proton-vpn Fonte foto: ProtonVPN
SICUREZZA INFORMATICA

ProtonVPN, la rete VPN gratis creata dagli scienziati del MIT

ProtonVPN è una nuova rete VPN pensata per proteggere la navigazione degli utenti dagli occhi indiscreti dei governi e hacker

21 Giugno 2017 - Gli scienziati del MIT (Massachusetts Institute of Technology) e quelli del CERN (l’Organizzazione europea per la ricerca nucleare) sono sempre un passo avanti a tutti nel campo della sicurezza informatica. Le due realtà hanno sviluppato una VPN gratuita che promette di salvaguardare la privacy dell’utente.

E pensare che il MIT, sempre insieme a un gruppo di esperti del CERN, aveva appena presentato anche dei nuovi progetti per proteggere le conversazioni degli utenti. Ora gli scienziati hanno mostrato una nuova VPN, chiamata ProtonVPN, che punta a concedere agli utenti una navigazione su Internet protetta dagli occhi indiscreti di governi e hacker. La VPN, al momento, dopo una prima fase di test e un precedente rilascio in fase beta, è disponibile per il download gratuito per tutti gli utenti del -Mondo.

ProtonVPN

La fase beta della ProtonVPN ha interessato circa 10mila utenti. Dopo che la maggior parte delle persone che hanno usato in anteprima la VPN ha risposto con un feedback positivo gli sviluppatori hanno deciso di aprire a tutti il download. Ricordiamo che il termine VPN indica una rete virtuale privata. La rete è virtuale perché viene instaurato un punto di connessione virtuale tra chi si connette e uno dei server della VPN. È protetta perché per accedervi bisogna usare delle credenziali e una password.

Come funziona

ProtonVPN è un servizio freemium: la versione base si scarica e si usa gratuitamente, ma per i servizi aggiuntivi è necessario pagare. Servizi aggiuntivi che comprendo alcune particolari caratteristiche utili per proteggere la nostra connessione e il nostro dispositivo. Gli sviluppatori hanno comunque rassicurato gli utenti sulla versione base, il pacchetto gratuito è pensato per le persone che usano il computer solo per divertimento e per lavoro. L’abbonamento mensile va da un minimo di 48 dollari a un massimo di 96 dollari.

Contenuti sponsorizzati