Qual è la differenza tra ADSL e fibra ottica?
TECH NEWS

Qual è la differenza tra ADSL e fibra ottica?

Tra l’ADSL e la fibra ottica esistono notevoli differenze, sia per quanto riguarda le prestazioni che la copertura del servizio

Il fattore principale che va ad influenzare le prestazioni di una connessione ad Internet a casa è, senza alcun dubbio, la tecnologia con cui viene realizzata la connessione. In questi ultimi anni, in Italia, si è registrata una forte crescita della diffusione della banda ultra-larga con un numero sempre maggiore di unità abitative che sono oggi raggiunte dalla fibra ottica, la tecnologia che garantisce le migliori prestazioni in termini di velocità di navigazione e tempi di latenza.

Velocità di connessione: il vero discrimine

Al netto dei vari aspetti tecnici, quello che differenzia più di ogni altra cosa le connessioni ADSL dalle connessioni in fibra ottica è proprio la velocità di connessione. L’ADSL, diffusa in Italia da moltissimi anni, è una tecnologia oramai obsoleta che offre prestazioni ben al di sotto delle prestazioni che può garantire una connessione in fibra ottica. Sia per quanto riguarda la velocità trasmissione dati che il tempo di latenza, un fattore molto importante per giudicare la qualità della connessione, risultano essere decisamente migliori quando si naviga con una rete in fibra ottica rispetto ad una rete ADSL.

FTTC e FTTH

Ad oggi, grazie alla crescente diffusione del 4G, anche le reti mobili garantiscono prestazioni nettamente superiori alle reti ADSL con l’unico vincolo che la connessione è limitata per quanto riguarda i volumi di traffico (le connessioni illimitate nel mercato di telefonia mobile sono rate e generalmente molto costose).
Sul mercato italiano sono disponibili anche connessioni denominate “fibra mista” che generalmente risultano di tipo “fibra mista rame”, indicate anche con il nome FTTC (Fiber to the Cabinet) per differenziarle dalle connessioni in fibra ottica denominate FTTH (Fiber to the Home) che rappresentano la tipologia di connessione migliore in assoluto per Internet a casa per quanto riguarda il livello prestazionale.

Fibra, ADSL e Internet wireless

Prima di entrare nei dettagli delle differenze tra ADSL e fibra, riepiloghiamo, brevemente, le tipologie di connessione ad Internet disponibili ad oggi nel mercato di telefonia fissa italiano con dettagli precisi in merito alle prestazioni garantite agli utenti.

  • Fibra FTTH (Fiber to the Home): questa tecnologia prevede che tutto il collegamento avvenga con cavi in fibra ottica che arrivano sino all’abitazione dell’utente; ad oggi questa tecnologia è in grado di garantire una velocità massima di 1000 Mega in download e 100 Mega in upload; la copertura di questa tecnologia è ancora limitata anche se in costante crescita;
  • Fibra mista rame FTTC (Fiber to the Cabinet): questa tecnologia rappresenta una soluzione intermedia tra la fibra ottica e l’ADSL; solo parte del collegamento è realizzato in fibra ottica mentre l’ultimo tratto è realizzato con i tradizionali cavi in rame; per quanto riguarda le prestazioni, la fibra mista FTTC è in grado di garantire una velocità massima di 200 Mega in download e 20 Mega in upload; la copertura è sensibilmente maggiore rispetto a quella garantita dalla fibra FTTH ma minore rispetto a quella garantita dall’ADSL;

  • ADSL (Asymmetric Digital Subscriber Line): diffusa da moltissimi anni, la tecnologia ADSL presenta un’ottima copertura del territorio nazionale ma offre prestazioni molto limitate in termini di velocità di navigazione; una connessione ADSL può raggiungere, al massimo, una velocità di 20 Mega in download e 1 Mega in upload ma le prestazioni reali tendono ad essere, generalmente, molto inferiori rispetto ai valori massimi;
  • Internet wireless: in tutte le aree in cui non c’è la copertura della fibra FTTH e della fibra mista FTTC e l’ADSL risulta non disponibile oppure offre prestazioni limitate, è possibile puntare su varie tecnologie Internet wireless come Internet satellitare, che sfrutta un collegamento satellitare per accedere ad Internet, oppure le soluzioni in fibra mista radio che sfruttano un collegamento radio con un ripetitore collegato alla fibra ottica; le prestazioni delle connessioni Internet wireless dipendono dalla tecnologia con cui avviene la connessione; queste tecnologie rappresentano un’ottima alternativa per chi non è raggiunto dalla fibra ottica e non vuole rinunciare ad una connessione veloce ed illimitata da casa.Vediamo ora, nel dettaglio, quali sono le differenze tra le connessioni ADSL e le connessioni che avvengono tramite rete in fibra ottica.

Velocità di connessione: le prestazioni dell’ADSL

Come già indicato nel riepilogo precedente, le connessioni ADSL e fibra ottica presentano prestazioni sensibilmente differenti. Le reti ADSL sfruttando il classico doppino telefonico per la trasmissione dei dati che avviene attraverso i cavi in rame. La fibra ottica, invece, è una tecnologia completamente differente e prevede un collegamento integrale che non usa l’obsoleta rete telefonica per la trasmissione dei dati.
La principale differenza tra le connessioni ADSL e le connessioni in fibra ottica è, quindi, rappresentata dalla velocità di connessione. Come visto in precedenza, infatti, una rete ADSL può arrivare sino ad una velocità massima di 20 Mega in download e 1 Mega in upload. Tali valori “nominali” vengono raggiunti di rado dalle connessioni ADSL che sono fortemente influenzate, in negativo, da diversi fattori come, ad esempio, la distanza dalla centralina stradale che copre l’area dove è situata la linea dell’utente.
Nella maggior parte dei casi, infatti, una connessione ADSL presenta valori di velocità nettamente inferiori rispetto ai valori massimi raggiungibili utilizzando questa particolare tecnologia. Di conseguenza, l’effettiva qualità della connessione risulterà, nella maggior parte dei casi, molto scarsa soprattutto quando la velocità di upload, che già è limitata ad appena 1 Mega di valore massimo, risulterà estremamente bassa.

La velocità della fibra ottica

Per quanto riguarda la fibra ottica FTTH, invece, la situazione si capovolge. Come visto in precedenza, infatti, la velocità massima della connessione può raggiungere un valore di 1000 Mega in download e 100 Mega in upload. Si tratta di valori elevatissimi che permettono di ottenere un collegamento ad Internet davvero ottimo per qualsiasi attività.

Fibra ottica e streaming

Con la fibra ottica, ad esempio, non ci saranno problemi di alcun tipo per effettuare uno streaming di contenuti in 4K che solitamente richiede una banda dedicata di poco superiore ai 20 Mega per ogni streaming. Grazie all’enorme banda a disposizione, la fibra ottica garantisce anche un ottimo utilizzo “multi utente”. Una famiglia che ha una connessione FTTH in casa non avrà alcun problema nell’utilizzare Internet a casa anche, ad esempio, collegando diversi dispositivi in contemporanea.

Fibra ottica e velocità di upload

Anche l’alta velocità di upload garantisce un netto upgrade della connessione. L’utente potrà inviare un gran numero di dati in pochissimo tempo rendendo diversi compiti, come ad esempio la condivisione di un file o il caricamento di foto e video online, decisamente più rapidi. Con una rete ADSL provare a caricare un file pesante oppure un gran numero di foto e video è quasi impossibile a causa delle prestazioni limitate della connessione.
Chiaramente, le connessioni che avvengono con tecnologia FTTC presentano prestazioni intermedie tra la FTTH e l’ADSL risultando, in ogni caso, delle ottime soluzioni rispetto alle obsolete connessioni ADSL.

ADSL vs fibra: i tempi di latenza

Un altro fattore che influenza in misura significativa la qualità della connessione ad Internet sono i tempi di latenza. Quando si effettua uno speed test, tra i parametri che vengono elencati troviamo il ping, che rappresenta l’effettivo tempo di latenza della connessione, ed il jitter, che misura la variazione del ping nel tempo.
Una connessione in fibra ottica è caratterizzata da valori molto bassi del ping e del jitter. Di conseguenza, questo tipo di connessione può contare su tempi di latenza molto bassi e fissi nel tempo. Una rete ADSL, invece, presenta valori molti alti per questi due parametri registrando una connessione con tempi di latenza che tendono ad essere fin troppo elevati.
La fibra ottica, quindi, risulterà una tipologia di connessione molto più “reattiva” con enormi vantaggi in diverse attività come, ad esempio, il gaming online che richiede la presenza di un ping molto basso per evitare il “lag” che può pregiudicare l’esperienza di gioco.
Per valutare questi parametri di una connessione è necessario effettuare degli speed test periodicamente. Tali test, che offrono informazioni precise anche per quanto riguarda la velocità in download ed upload, rappresentano degli strumenti ottimi per poter giudicare, in modo completo, la qualità di una connessione ad Internet ed, eventualmente, evidenziare la presenza di problemi di natura tecnica.

ADSL vs fibra: la copertura

L’analisi della copertura delle tecnologie ADSL e fibra ottica comporta un’inversione netta dei rapporti di forza. Ad oggi, infatti, la rete ADSL può contare su di una copertura decisamente maggiore del territorio nazionale, soprattutto in tutte le aree periferiche e scarsamente abitate in cui, ad oggi, non è ancora stata realizzata una connessione in fibra ottica soddisfacente.
Naturalmente, un’elevata copertura non si traduce in prestazioni omogenee. Molto spesso, infatti, le reti ADSL pur raggiungendo centri abitati periferici, non ancora cablati con la fibra ottica, offrono ugualmente prestazioni scarse e inferiori rispetto ai valori massimi che questa tecnologia potrebbe garantire.
Per quanto riguarda la fibra ottica FTTH, invece, la copertura è ancora molto limitata ma, grazie ai tanti investimenti (sia pubblici che privati), in questi ultimi anni si sta registrando una fortissima crescita della diffusione di questa tecnologia. Rispetto allo scorso anno, ad esempio, il numero di unità abitative e, più in generale, il numero di comuni raggiunti dalla fibra FTTH è in fortissima crescita.

Anche nel corso dei prossimi anni questo processo di crescita dovrebbe continuare. Nel giro di poco tempo, quindi, è facile ipotizzare che la copertura della rete FTTH sarà sensibilmente maggiore rispetto alla copertura attuale, a tutto vantaggio degli utenti che potranno accedere ad Internet sfruttando una rete in grado di garantire prestazioni elevatissime rispetto all’ADSL che, per molte famiglie italiane, rappresenta ancora l’unica opzione disponibile.
Come già evidenziato in precedenza, anche in questo caso la fibra mista FTTC si pone a metà tra ADSL e fibra FTTH garantendo una copertura molto elevata del territorio nazionale anche se ancora inferiore all’ADSL. In alcuni casi, la rete FTTC risulta limitata a 100 Mega di velocità massima invece che 200 Mega ma le prestazioni continuano ad essere nettamente superiori rispetto a quelle di una connessione ADSL.

ADSL vs fibra: i costi

Nonostante le enormi differenze prestazionali tra queste due tecnologie, i costi di una connessione ADSL sono del tutto simili ai costi di una connessione in fibra FTTH oppure in fibra mista FTTC. Gli operatori di telefonia in Italia hanno, già da tempo, adeguato i loro listini proponendo soluzioni tariffarie che non tengono conto in misura significativa della tecnologia con cui avviene la connessione.
Nella maggior parte dei casi, infatti, gli operatori di telefonia propongono tariffe del tutto simili con l’utente che ha la possibilità di attivare l’abbonamento sfruttando la tecnologia migliore disponibile al suo indirizzo di casa. In diversi casi, inoltre, i provider permettono di effettuare il cambio di tecnologia, passando ad esempio dall’ADSL alla fibra FTTH, nel caso in cui si dovesse registrare un miglioramento della copertura nell’area di residenza dell’utente.
Per quanto riguarda i costi, quindi, le differenze tra l’ADSL e la fibra ottica sono molto limitate o addirittura assenti. Può capitare, inoltre, che gli operatori propongano tariffe promozionali più vantaggiose per chi è raggiunto dalla fibra ottica rispetto all’ADSL grazie anche alla possibilità di abbinare all’abbonamento Internet casa dei servizi aggiuntivi come, ad esempio, l’accesso a piattaforme di streaming on demand che sarebbe limitato con una rete ADSL.
In generale, quindi, quando si deve scegliere una nuova connessione per Internet a casa è fondamentale procedere con la verifica della copertura al fine di poter valutare quali sono le tecnologie disponibili presso l’indirizzo dove verrà attivata la linea. Se disponibile, la fibra ottica FTTH, ma anche la fibra mista FTTC, rappresenta una soluzione notevolmente migliore rispetto alla rete ADSL che oramai offre prestazioni ben al di sotto del minimo accettabile.
Per questo motivo, tutti gli utenti raggiunti dall’ADSL devono verificare periodicamente la disponibilità della fibra ottica FTTH oppure della fibra mista FTTC al fine di poter passare dall’obsoleta ADSL ad una tecnologia di nuova generazione in grado di garantire prestazioni nettamente superiori.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963