Quale operatore telefonico ha migliore copertura
GUIDE ALL’ ACQUISTO

Quale operatore telefonico ha migliore copertura

La copertura del servizio rappresenta un importante parametro nel processo di scelta dell’operatore telefonico. Ecco quali sono gli operatori che “prendono meglio”.

Tra i tanti fattori da considerare nella scelta della migliore offerta di telefonia e, quindi, nella scelta dell’operatore a cui affidarsi per poter accedere ad Internet c’è la copertura garantita dal singolo operatore che può risultare essere un parametro determinante di tutto il processo di scelta da parte dell’utente. Per quanto riguarda la telefonia mobile, una scarsa copertura si traduce nell’impossibilità, o quasi, di poter utilizzare al meglio i servizi offerti dal proprio operatore. Con un segnale scarso sarà difficile effettuare e ricevere chiamate ed anche navigare in mobilità ad alta velocità.

Copertura mobile

Un’offerta per smartphone potrà risultare particolarmente vantaggiosa dal punto di vista commerciale (includendo tanti GB ad un prezzo contenuto) ma se l’operatore che la propone non è in grado di offrire la giusta copertura nella propria città o anche solo nel proprio quartiere, l’attivazione di tale offerta sarà decisamente poco conveniente.

Copertura internet casa

Per quanto riguarda la telefonia fissa, invece, il discorso della copertura è diverso in quanto viene effettuata una verifica della copertura prima di poter richiedere l’attivazione di una determinata tariffa. Questo processo di verifica permette all’operatore di fornire informazioni precise in merito alla tecnologia disponibile presso l’indirizzo del nuovo cliente (ADSL, fibra mista FTTC o fibra ottica FTTH).

Perché fare la verifica della copertura

Grazie alla verifica della copertura, quindi, l’utente potrà avere un’idea molto precisa delle prestazioni della connessione ad Internet inclusa nel nuovo abbonamento che andrà ad attivare. Se, ad esempio, la verifica della copertura conferma la disponibilità della fibra FTTH, sarà possibile stabilire, già prima dell’attivazione, che la connessione ad Internet sarà velocissima e solo eventuali problemi di rete potrebbero pregiudicare il servizio offerto dall’operatore.

Per avere un’idea sull’operatore che offre una maggiore copertura è, quindi, necessario analizzare separatamente il settore di telefonia fissa ed il settore di telefonia mobile al fine di poter fornire minformazioni precise in merito a questa intricata questione.

Telefonia mobile: la copertura di Vodafone, TIM, Wind e Tre

Individuare l’operatore di telefonia mobile che offre una copertura migliore del territorio nazionale è davvero complicato. I fattori che vanno ad influenzare la qualità del segnale e, quindi, le prestazioni della rete di un operatore sono molteplici e, anche all’interno di uno stesso comune, è difficile stabilire il provider che, in assoluto, è in grado di offrire il miglior servizio.

Copertura mobile: tutti i fattori da considerare

Gli aspetti da considerare sono numerosi. Le connessioni in mobilità, infatti, presentano prestazioni fortemente legate al luogo in cui ci si trova (ad esempio all’interno di un edificio la connessione potrebbe essere peggiore), al momento della giornata (in alcune ore, la rete potrebbe essere satura per via delle numerose connessioni) ed anche al dispositivo che si sta utilizzando (non tutti gli smartphone “prendono” allo stesso modo).

Vodafone e TIM i provider con le migliori performance

In Italia, al momento, ci sono quattro operatori di telefonia mobile, ovvero Vodafone, TIM, Wind Tre (che ha quasi ultimato la fusione della rete Wind con quella Tre su scala nazionale) e l’ultimo arrivato Iliad. A questi vanno ad aggiungersi una vasta schiera di operatori virtuali che, grazie a specifici accordi commerciali, utilizzano la rete di uno degli operatori citati in precedenza per l’erogazione dei servizi voce ed Internet in mobilità. Diverse indagini recenti, come l’ultimo report realizzato da Altroconsumo, confermano che Vodafone e TIM possono contare su di una copertura maggiore del territorio nazionale che si traduce in una rete in grado di garantire una velocità di connessione superiore, grazie anche da una rete 4G più diffusa.

Il 5G in Italia

Vodafone e TIM, inoltre, sono stati i primi operatori ad aver lanciato la rete 5G, il nuovo standard di connettività, che per ora è disponibile solo in alcune città italiane (è necessario avere a disposizione uno smartphone 5G per connettersi alla rete).

Wind, Tre, Iliad

Alle spalle dei due operatori principali, troviamo la rete Wind Tre, che come sottolineato in precedenza ha quasi ultimato l’iter di fusione delle reti Wind e Tre, e Iliad, che in poco più di un anno di permanenza sul mercato italiano di telefonia mobile ha raccolto diversi milioni di clienti anche se ancora impegnata nella realizzazione di una propria infrastruttura di rete in grado di offrire una copertura del territorio nazionale più che soddisfacente.

 

Telefonia mobile: la copertura degli operatori virtuali

Per quanto riguarda gli operatori virtuali, invece, la copertura offerta è identica a quella garantita dalla rete dell’operatore “principale”. Se un virtuale si “appoggia” su rete TIM presenterà una copertura identica a quella disponibile per i clienti TIM al netto di specifici accordi commerciali tra l’operatore virtuale e l’operatore che mette a disposizione l’infrastruttura di rete.

La velocità di connessione degli operatori virtuali

Spesso, infatti, pur avendo la stessa copertura dell’operatore su cui si appoggia, un operatore virtuale offre un servizio leggermente inferiore, in termini di performance, applicando un limite alla velocità massima della connessione. Solitamente tale limite è di 30 Mbps oppure di 60 Mbps per quanto riguarda le connessioni in mobilità tramite rete 4G. Le connessioni con rete 3G non vengono limitate per quanto riguarda la velocità. Al momento, inoltre, i virtuali non hanno accesso alla rete 5G.

La copertura in mobilità

Nella scelta dell’operatore di telefonia mobile da utilizzare, quindi, è opportuno tenere in considerazione diversi aspetti. Come sottolineato in precedenza, Vodafone e TIM presentano, in generale, una copertura migliore del territorio nazionale garantendo anche la possibilità di navigare a velocità maggiore in mobilità sfruttando le connessioni 4G+. L’utente deve però sempre valutare la qualità di un operatore sulla base di quelle che sono le proprie esigenze. Nella maggior parte dei casi, infatti, lo smartphone viene utilizzato lungo i tragitti quotidiani, nel luogo di lavoro e nel quartiere di residenza. A seconda dell’area considerata, quindi, è possibile che un operatore che, a livello nazionale, garantisce una copertura migliore venga superato da un altro provider che, su scala nazionale, ha una rete meno capillare e performante.

Lo speed test per verificare la copertura del proprio operatore

Per poter scegliere l’operatore da utilizzare, quindi, è necessario valutare con molta attenzione la copertura garantita dai singoli operatori nelle aree in cui, di norma, si utilizza lo smartphone in modo maggiore, sia per chiamare che per navigare in mobilità. Testare le performance del proprio operatore, magari ricorrendo ad uno speed test, può essere un primo passo per verificare la qualità della copertura garantita dal proprio provider.

Verificare la copertura in relazione alle migliori offerte

Per valutare la copertura garantita dagli altri operatori è necessario raccogliere tutte le informazioni possibili, magari chiedendo ad amici e parenti come sono le prestazioni di uno specifico operatore in una determinata area. Come detto in precedenza, i fattori che influenzano le qualità della rete sono numerosi e non è possibile trarre delle conclusioni generali che siano realmente indicative. Gli utenti devono, inevitabilmente, valutare caso per caso la copertura di un operatore in relazione ad una determinata area. Dopo aver individuato l’operatore che offre una copertura migliore per le aree di proprio interesse, sarà necessario verificare le offerte che questo provider presenta in listino. Se tali offerte non risultassero soddisfacenti, sarà possibile verificare se qualche operatore virtuale, che utilizza la rete dell’operatore con copertura migliore, presenti delle tariffe vantaggiose, in base alle proprie esigenze.

Operatori virtuali: risparmiare continuando ad avere una buona copertura

Scegliere un operatore virtuale invece che un operatore tradizionale (operatori possessori di rete propria indicati con il termine MNO) può rappresentare un’ottima soluzione per risparmiare senza rinunciare alla possibilità di sfruttare una buona copertura di rete, al netto di una velocità massima della connessione che potrebbe risultare inferiore rispetto a quella garantita dal provider proprietario della rete.

Telefonia fissa

L’analisi della copertura e l’individuazione del miglior operatore di rete per quanto riguarda il settore della telefonia fissa è molto più semplice. In questo caso, infatti, si vanno ad eliminare un gran numero di variabili, grazie alla presenza di una rete infrastrutturale fisica, permettendo così agli utenti di avere informazioni molto precise sulla qualità della rete ancor prima di procedere con l’attivazione di un nuovo abbonamento.

Come verificare la migliore copertura per la telefonia fissa

Per quanto riguarda la telefonia fissa, il processo per individuare il miglior operatore è inverso rispetto a quanto visto con la telefonia mobile. Il primo passo da compiere è rappresentato dall’individuazione della migliore offerta presente sul mercato, valutando la velocità massima disponibile (in base alla tecnologia con cui avverrà la connessione), i servizi inclusi e, soprattutto, il canone mensile e la presenza di eventuali vincoli dell’offerta.

Come verificare la copertura ADSL o fibra

Dopo aver individuato l’opzione migliore, l’utente dovrà effettuare una verifica della copertura. Tale procedimento viene completato, rapidamente, direttamente dal sito ufficiale dell’operatore con cui si vuole attivare un nuovo abbonamento. Per verificare la copertura è sufficiente inserire tutti i dati richiesti (serve conoscere l’indirizzo preciso dove verrà attivata l’offerta) nell’apposito form di verifica disponibile sul sito del provider.

Gli strumenti di verifica copertura ADSL o fibra

Avviata la procedura di verifica, dopo pochi secondi il sistema fornirà informazioni precise al cliente in merito alla tipologia di rete disponibile presso l’indirizzo inserito. Sulla base di tale informazioni, l’utente conoscerà che tipo di offerta potrà attivare e, soprattutto, quale sarà la tecnologia con cui avverrà la connessione ad Internet da casa.

Le tecnologie degli operatori principali

Attualmente, il mercato italiano di telefonia fissa può contare su tre differenti opzioni tecnologiche (fibra FTTH, fibra mista FTTC e ADSL). In generale, tutti gli operatori principali, come TIM, Vodafone, Wind Tre, Fastweb e Tiscali, offrono soluzioni tariffarie con queste tecnologie. L’utente potrà attivare l’offerta con la tecnologia migliore disponibile al suo indirizzo.

FTTH vs FTTC

La soluzione migliore è rappresentata dalla rete in fibra ottica FTTH (Fiber to the Home) che, nel migliore dei casi, garantisce una velocità massima di connessione pari a 1000 Mega in download e 100 Mega in upload. Chi non è raggiunto dalla fibra FTTH avrà la possibilità di attivare un abbonamento con tecnologia in fibra mista FTTC (Fiber to the Cabinet). In questo caso, la connessione avviene tramite la rete in fibra ottica che però si ferma all’armadio stradale (la centralina che gestisce le connessioni di una specifica zona) e l’ultimo tratto è realizzato in rame. Questa soluzione permette, attualmente, di navigare sino a 200 Mega in download e sino a 20 Mega in upload. Solitamente, le offerte in fibra FTTH e le offerte in fibra mista FTTC presentano lo stesso prezzo e le stesse caratteristiche (al netto di una differente velocità massima di connessione).

ADSL

Quando non sono disponibili le reti FTTH e FTTC si dovrà ripiegare sulla meno performante rete ADSL che, nonostante sia limitata ad una velocità massima di 20 Mega, è quella che presenta la copertura migliore di tutto il territorio nazionale. Come alternativa alla rete ADSL è possibile affidarsi a soluzioni Internet wireless, presentate da specifici operatori come Eolo o Linkem, che permettono di sfruttare una connessione veloce e senza limiti da casa anche in assenza di una rete infrastrutturale fisica.

Per quanto riguarda le reti “fisiche” come FTTH, FTTC e ADSL, di solito i vari operatori utilizzano tutti la stessa infrastruttura (ad esempio molti provider utilizzano la rete FTTH di Open Fiber) e, quindi, la copertura garantita è praticamente la stessa. Per il settore di telefonia fissa, quindi, è molto importante analizzare i dettagli delle soluzioni tariffarie al fine di poter individuare il miglior operatore e, quindi, la migliore offerta da attivare.

In sintesi

In generale, utilizzando la stessa rete fisica, nella maggior parte dei casi le prestazioni della connessione garantita dai vari provider in una specifica zona tenderanno ad essere molto simili. Eventuali problemi di natura tecnica oppure la presenza di una saturazione della rete potrebbero andare a modificare le prestazioni effettive della connessione, creando quindi differenze tra i vari operatori. In conclusione, è importante sottolineare le sostanziali differenze esistenti tra il mercato di telefonia mobile ed il mercato di telefonia fissa nell’individuazione del miglior operatore ed, in particolare, dell’operatore che garantisce la copertura migliore.

Verifica della copertura: rete fissa vs rete mobile

Nel settore mobile, individuare con precisione il provider migliore non è per nulla facile anche perché vanno analizzate più zone e non è possibile trarre una conclusione
“generale”.
Per il settore di telefonia fissa, invece, grazie anche alla verifica della copertura, la scelta dell’operatore migliore è molto più semplice. In questo settore, quindi, diventa più importante l’analisi dell’offerta commerciale rispetto all’analisi della copertura generale. Le differenze tra gli operatori, in questo caso, sono decisamente meno marcate rispetto a quanto avviene nel settore mobile e, quindi, è più importante analizzare gli aspetti commerciali delle tariffe, che si differenziano tra loro anche per i servizi aggiuntivi proposti, invece che gli aspetti più tecnici.