windows 11 Fonte foto: Microsoft
TECH NEWS

Quando esce Windows 11: la data ufficiale

Finalmente Microsoft ha ufficializzato la data di uscita di Windows 11, ma ha anche detto che il rollout dell'aggiornamento sarà graduale

Manca poco all’inizio dell’era Windows 11: Microsoft ha infatti appena ufficializzato la data di uscita del suo nuovo sistema operativo per PC e laptop. A questo punto diventa ancor più importante verificare la compatibilità del proprio computer con Windows 11, perché nella stessa data verrà rilasciato anche l’aggiornamento per chi ha già Windows 10.

La data in questione è il 5 ottobre 2021. Da quel giorno sarà possibile acquistare le licenze per i PC nuovi assemblati in casa, e sarà possibile scaricare l’aggiornamento. Dal 5 ottobre in poi tutti i computer nuovi in vendita avranno Windows 11 preinstallato al posto di Windows 10. “Poiché il PC continua a svolgere un ruolo più centrale che mai nelle nostre vite – spiega Microsoft nella nota di lancio del nuovo sistema operativo – Windows 11 è pronto per potenziare la tua produttività e ispirare la tua creatività“. Saranno pronti gli utenti a scaricare l’aggiornamento?

Le novità di Windows 11

Chiariamo subito una cosa: non ci sarà alcuna rivoluzione con Windows 11, almeno non all’inizio. Sotto al cofano Windows 11 e Windows 10 non differiscono poi molto, fatta eccezione per i requisiti di sistema più stringenti sull’ultima versione, e il grosso delle novità è tutto nell’interfaccia.

Windows 11 porta un nuovo design e nuovi suoni di sistema, una nuova barra delle applicazioni e un nuovo menu Start. Cambiano anche le impostazioni, le icone di Explorer e poco altro, come l’arrivo dei nuovi widget.

C’è, però, una maggiore integrazione con gli altri prodotti e servizi di Microsoft: sparisce ogni richiamo a Skype, ma arriva la chat di Teams integrata nella taskbar; arriva anche l’integrazione con il cloud di Microsoft 365, all’interno del quale si può cercare direttamente dalla barra di ricerca.

Windows 11: aggiornare o aspettare?

Come già detto, non bisogna aspettarsi una rivoluzione dopo aver aggiornato il PC da Windows 10 a Windows 11. Non c’è quindi fretta di averlo prima possibile, anche perché Microsoft ammette di aver “imparato l’enorme lezione di Windows 10" e, di conseguenza, procederà con un rollout molto molto graduale.

Non è quindi detto che già dal 5 ottobre tutti noi potremo installare Windows 11 e, forse, è meglio così.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963