SMART EVOLUTION

La fusione tra auto e smartphone ora è completa

La Renault Mégane E-Tech è la prima auto di serie destinata a fare grandi numeri dotata, contemporaneamente, di un chip Qualcomm e del sistema operativo Android Auto: si userà come uno smartphone

Con la nuova auto elettrica Renault Mégane E-Tech, appena presentata dalla casa della Losanga all’IAA Mobility di Monaco di Baviera, Android Automotive entra nella prima vettura di grande produzione. Il sistema operativo per le auto di Google, infatti, aveva già debuttato sulla Polestar 2 del gruppo Volvo-Geely che, però, non è certo una vettura destinata a fare i numeri della Mégane.

Ma c’è anche una seconda novità nella Mégane 2022 appena presentata: il sistema di infotainment gira intorno ad una piattaforma di Qualcomm, il gigante dei chip per smartphone: si tratta della Qualcomm Snapdragon Automotive Cockpit Platform di terza generazione, la penultima disponibile. La fusione tra smartphone e auto, quindi, con la nuova Renault Mégane E-Tech appare completata: non si tratta più di una semplice compatibilità del veicolo con Android Auto, perché Android Automotive è molto di più. Android Auto è uno strato di software applicato sopra il sistema di infotainment del produttore dell’auto, mentre Android Automotive è un sistema operativo completo vero e proprio.

Renault Mégane E-Tech: il maxi schermo OpenR

Tutto il sistema di infotainment della Renault Mégane E-Tech è accessibile all’utente tramite il nuovo maxi schermo “OpenR“, formato in realtà da due schermi affiancati: il primo, orizzontale dietro il volante, da 12,3 pollici (con risoluzione 1.920×720 pixel) e il secondo, verticale al centro della plancia (con risoluzione di 1.250×1.562 pixel). La versione entry level dell’auto avrà il secondo display da 9 pollici invece che da 12.

Tramite OpenR il guidatore può settare 4 tipi diversi di visualizzazione: Driving, Navigation, Zen e Battery. Ognuna di queste visualizzazioni è impostata per dare priorità ad alcune informazioni a discapito di tutte le altre, ma in realtà la dashboard è personalizzabile dall’utente in modo del tutto analogo alla home di uno smartphone.

Ad esempio sono disponibili 5 widget (consumi, pressione dei pneumatici, distanza, eco monitor e musica) e 8 colori per l’illuminazione.

L’integrazione con Google

Poiché la Renault Mégane E-Tech 2022 usa il sistema operativo Android Automotive l’integrazione con l’ecosistema Google sarà totale sin da subito, con grandi possibilità di espansione in futuro. Il navigatore di serie sarà Google Maps e sarà possibile gestire tutto l’infotainment tramite i comandi vocali di Google Assistant.

Sarà poi possibile installare app di terze parti sviluppate per Android Automotive, proprio come oggi aggiungiamo app allo smartphone Android. Saranno anche disponibili i profili utente, in modo che diversi guidatori possano ritrovare le proprie impostazioni preferite semplicemente facendo il login con i propri dati.

Ci saranno, infine, gli aggiornamenti OTA (Over The Air): proprio come succede oggi con gli smartphone, quindi, il sistema operativo Android Auto si aggiornerà da solo in background e ci avvertirà quando è pronto per installare i nuovi file.

Renault Mégane E-Tech: quando arriva

Renault Mégane E-Tech non è ancora stata lanciata sul mercato: i preordini partiranno a febbraio 2022, con consegne da marzo 2022. Sarà disponibile in sei colori: Grigio Aviation, Grigio Scisto, Blu Notturno, Rosso Passion, Nero Etoilé e Bianco Ghiaccio.

Renault non ha ancora ufficializzato i prezzi dell’auto e delle sue varianti.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963