gig tiger Fonte foto: Hasbro
TECH NEWS

Retrogaming, tornano i Gig Tiger: ecco i primi quattro giochi

Tornano i Gig Tiger, i videogiochi tascabili usciti tra gli anni '80 e '90. Ecco quali saranno i primi quattro titoli

Scatta la mania retrogaming, o almeno è quello che spera la Hasbro con l’annuncio ufficiale del ritorno sul mercato dei videogiochi portatili Tiger. Distribuiti in Italia dalla GiG e per questo noti nel nostro paese con il nome di GiG Tiger, questi piccoli videogiochi tascabili erano molto in voga tra la fine degli anni ottanta e gli inizi degli anni novanta. L’azienda statunitense prevede di lanciare inizialmente soli quattro modelli che saranno disponibili a partire dal prossimo autunno, ma per il 2021 sono in programma nuove uscite.

I primi quattro modelli sono The Little Mermaid, Transformers Generation 2, X-Men Project X e Sonic the Hedgehog 3. Titoli che all’epoca ebbero grande successo e che ora Hasbro spera di ripetere. Per chi sono pensati i Gig Tiger? Per tutti gli amanti del retrogaming e dei videogiochi tascabili usciti tra gli anni ’80 e ’90. Un mercato che negli ultimi anni ha conosciuto una grande crescita, come dimostra l’uscita del Super Nintendo e della PlayStation Classic.

Il ritorno dei videogiochi tascabili

I videogiochi tascabili sfoggeranno un design old school, molto simile a quelli originali lanciati più di 30 anni fa, riprendendone forme e caratteristiche come i pulsanti coloratissimi, lo schermo monocromatico a cristalli liquidi composto da uno sfondo pre impostato e uno mobile e l’alimentazione a batterie. Per ora sono solo quattro i titoli che saranno disponibili il prossimo autunno, in particolare: The Little Mermaid, Transformers Generation 2, X-Men Project X e Sonic the Hedgehog 3.

I GiG Tiger possono già essere prenotati negli Stati Uniti da GameStop al prezzo di 14,99 dollari l’uno. Negli anni ottanta rivoluzionarono il mondo dei giochi di bambini e adolescenti ed ora sono pronti a tornare. Un vero oggetto di culto che potrebbe costituire la chiave di volta del loro successo, una sorta di “operazione nostalgia”, visto che ormai i nostri smartphone possono contenere decine e decine di videogiochi Arcade, ma non solo. I piani della Hasbro prevedono proprio questo, tastare il terreno e, in caso di successo, sfornare in men che non si dica nuovi giochi.

GiG: l’azienda

La GiG fu fondata nel 1968 dall’imprenditore Gianfranco Aldo Horvat, figlio del fondatore della Horvat Giocattoli. L’azienda raggiunse il successo divenendo licenziataria per famosi marchi come Toy’s e Nintendo. Nel 1994 stipulò una partnership con il gruppo Giochi Preziosi che la rilevò completamente nel 1999. La GiG fu la prima a credere nei nuovi giochi elettronici importandoli in Italia. Su tutti il Game Boy lanciato nell’aprile del 1989 realizzato dalla Nintendo e distribuito in esclusiva in Italia dalla Giochi Preziosi sotto il marchio GiG Electronics.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963