TECH NEWS

Russia, su motore ricerca documenti privati Google

Anche memo interni banca. Big G, file non protetti da autori

Il più grande motore di ricerca russo, Yandex, ha incluso nei risultati di ricerca alcuni documenti privati del servizio Google Documents, dando involontariamente accesso agli utenti a dati personali e informazioni sensibili.

Secondo l’AP, tra i file comparsi su Yandex anche memorandum interni di una banca russa. Il caso è stato segnalato da una serie di utenti del paese che hanno iniziato a postare i file trovati. Google si difende spiegando che i motori di ricerca possono solo restituire documenti che sono stati deliberatamente resi pubblici dai propri autori. “Salvare e proteggere i dati personali degli utenti è la nostra priorità principale – spiega la società – Google Documents è uno strumento per il lavoro, protetto e che funziona correttamente”.

Ilya Grabovsky, un portavoce di Yandex, ha spiegato che nella sua ricerca c’erano solo file che non richiedevano login o password aggiungendo però che la stessa situazione si stava verificando anche in altri motori di ricerca.

Pochi giorni fa Google si è trovata al centro di una altro caso privacy dopo che un’inchiesta del Wall Street Journal ha messo in luce che una serie di messaggi del servizio Gmail erano stati letti da sviluppatori di app di terze parti, cioè esterne al servizio. 

Contenuti sponsorizzati