Libero
Dinosauri e uccelli: il nuovo studio dall'embrione trovato in Cina Fonte foto: ANSA
SCIENZA

Scoperto uovo di dinosauro: l'embrione è perfettamente conservato

Trovato in Cina l'embrione perfettamente conservato di un oviraptorosauro: rivela un'importante connessione con i moderni uccelli

Era rimasto nel magazzino di un museo, dimenticato per anni tra altri fossili. L’uovo di dinosauro nascosto nelle stanze del Yingliang Stone Natural History Museum di Nan’an, in Cina, mostrava però dei piccoli segni ossei in superficie che hanno incuriosito un operatore museale.

Un embrione di 70 milioni di anni fa

Le tracce ossee che spuntavano dal guscio dell’uovo di dinosauro potevano indicare la presenza di un embrione all’interno di un uovo mai schiuso. Perciò il Museo ha saggiamente deciso di contattare l’Università di Birmingham, per studiare quello che sembrava un esemplare potenzialmente molto importante per la comunità scientifica.

Quel che è stato scoperto all’interno dell’uovo di dinosauro rinvenuto nel magazzino del museo, però, supera ogni possibile aspettativa: al suo interno vi è l’embrione di un oviraptorosauro, come sospettò l’operatore museale che lo notò nel 2015.

Ma c’è di più: l’embrione, che ha circa 70 milioni di anni, è in perfetto stato di conservazione. Waisum Ma dell’Università di Birmingham ha preso parte allo studio dell’uovo inviato dal sud della Cina, ed ammette che nessuno si aspettava di trovarci dentro un embrione così splendidamente conservato.

Il dinosauro mai nato si presenta come un piccolo scheletro lungo 24 centimetri, arricciato su se stesso e con la testa rimboccata saldamente al resto del corpo, mentre l’uovo ha una lunghezza di 17 centimetri per 8 centimetri di larghezza.

La datazione colloca l’eccezionale fossile tra i 66 e i 72 milioni di anni fa: probabilmente, ipotizzano i ricercatori, è stato velocemente ricoperto da una coltre di sabbia o fango che lo ha protetto fino ad oggi.

Dinosauri e uccelli

La posizione dell’embrione, eccezionalmente chiara grazie allo stato di perfetta conservazione del fossile, getta nuova luce su una questione oltremodo nota, tra i paleontologi e gli appassionati di dinosauri.

Si dice che gli uccelli, per come li conosciamo oggi, altro non siano che dinosauri. Le più recenti conferme in materia vanno dalla scoperta che alcuni dinosauri avessero le piume fino alla curiosa ipotesi che gli uccelli non abbiano mai realmente “perso” i denti sulla strada dell’evoluzione, mantenendoli forse nella forma di tratto genetico non espresso.

Dall’embrione di oviraptorosauro rinvenuto in Cina proviene una nuova importante informazione sul rapporto tra dinosauri e uccelli: la posizione del piccolo dinosauro, infatti, è pressoché identica a quella che adottano i pulcini preparandosi alla schiusa.

Quello che è un tratto da sempre associato ai moderni uccelli, quindi, sembra in realtà essere evoluto molto prima nei dinosauri: “non abbiamo mai avuto a disposizione embrioni così ben conservati da poter osservare queste cose così bene, prima di oggi” afferma Ma.

Lo studio, appena pubblicato sulla rivista iScience, parla chiaramente di “posizioni di pre-schiusa aviane”, ed è probabilmente soltanto il primo degli importanti studi che saranno possibili grazie al piccolo embrione di oviraptorosauro scoperto quasi per caso in un magazzino.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963