cloud Fonte foto: Shutterstock
SICUREZZA INFORMATICA

Sicurezza informatica, il futuro è nelle mani del machine learning

Quasi il 90% degli intervistati italiani prevede che i sistemi di sicurezza basasti sul machine learning non avranno più bisogno del giudizio umano

8 Giugno 2017 - Il futuro della sicurezza informatica si chiama machine learning. È quanto emerge da una ricerca condotta da Trend Micro, una delle principali aziende specializzate in soluzioni di cybersecurity, secondo cui l’apprendimento avanzato diminuirà l’intervento umano nella rilevazione delle minacce.

Quasi il 90% degli intervistati italiani, responsabili IT delle aziende, prevede che i sistemi di sicurezza basasti sul machine learning non avranno più bisogno del giudizio umano. Invece, il 59% sostiene che il passaggio aziendale verso misure di sicurezza più intelligenti avverrà nei prossimi 5 anni. L’indagine di Trend Micro ha coinvolto circa 2400 responsabili IT tra Stati Uniti e Europa ed è stata realizzata per analizzare lo stato della sicurezza informatica delle imprese, target principale degli hacker, come dimostrano anche i dati forniti da Trend Micro. Quotidianamente, infatti, le aziende ricevono 500 mila muove minacce.

Il machine learning: un’arma contro gli hacker

Nel 2016 poi gli attacchi ransomware, vera spina del fianco per le aziende, sono cresciuti del 752%. Ed è molto probabile, secondo alcune previsioni, che il 2017 sarà ancora peggio. Il machine learning, sistema intelligente di prevenzione, potrebbe essere la soluzione giusta. I responsabili decisionali IT confidano molto, stando alla ricerca di Trend Micro, nell’apprendimento avanzato come arma per rendere più sicuri i sistemi informatici aziendali. Il machine learning potrà rivelarsi utile anche per distinguere i falsi positivi, minacce che fanno scattare il sistemi di sicurezza informatica dell’azienda e che infine si rivelano innocue.

Resta lo scetticismo

Non tutti però sono convinti che il machine learning rappresenta il futuro per la cybersecurity aziendale. Una minima parte, infatti, crede che sia solo marketing o che sia una tecnologia presente solo nei film. Il machine learning, invece, esiste e potrebbe rivelarsi un’arma efficace contro gli hacker.

Contenuti sponsorizzati