smart tv Fonte foto: Smart TV in pericolo: cosa rischiano gli utenti
SICUREZZA INFORMATICA

Smart TV in pericolo: cosa rischiano gli utenti

Il Federal Bureau of Investigation ha diramato alcuni consigli per proteggere le smart TV, sempre più al centro delle "attenzioni particolari" di hacker

Se anche la Tv di casa è smart, ed è connessa in rete, allora può essere attaccata da un hacker. E’ quanto ricorda niente di meno che l’FBI, che ha stilato una breve (e, a dire il vero, anche abbastanza banale) guida per proteggere le smart Tv.

Il principio da cui parte l’FBI è chiaro e semplice: le smart Tv sono connesse a Internet e hanno al loro interno un processore e una certa quantità di memoria. E’ possibile scaricare app per le smart TV, che si comportano in maniera simile a quelle per gli smartphone. Inoltre, molte smart TV recenti hanno persino Android integrato. A livello di cybersecurity, quindi, cambia veramente poco tra una smart Tv e uno smartphone: sono entrambi attaccabili da remoto da un hacker, anche tramite l’uso di virus e malware di vario tipo. Per questo è necessario proteggerle, tanto quanto dobbiamo proteggere i nostri cellulari.

Smart Tv in pericolo: i consigli dell’FBI

Se la diagnosi dell’FBI è più che corretta e ineccepibile, quelle che sembrano un po’ troppo blande sono le raccomandazioni che dalla diagnosi derivano. L’FBI consiglia di controllare quali features sono realmente integrate nella smart Tv e come controllarle. Consiglia di modificare le impostazioni base del device, provvedendo a cambiare immediatamente la password di default con una personalizzata. Consiglia di controllare l’affidabilità del produttore e la sua capacità di aggiornare in fretta il dispositivo quando è necessario. Ancora l’FBI consiglia anche di leggere bene la privacy policy del produttore e dei servizi di streaming che usiamo. Infine, ma è la chicca, l’FBI consiglia di disattivare l’eventuale videocamera frontale dello smart Tv o, se non è possibile farlo, di coprirla col nastro adesivo.

Smart Tv in pericolo: i consigli di Libero

I consigli dell’FBI sono proprio il minimo essenziale per proteggere una smart Tv alle soglie del 2020. Per una protezione realmente efficace, invece, bisogna controllare ad una ad una le app che abbiamo installato e le autorizzazioni che abbiamo concesso loro. E, siccome non sempre è possibile farlo, il vero consiglio da dare è di installare solo le app essenziali. E, tra queste, c’è sicuramente una app antivirus. Sì, esistono anche le app antivirus per smart Tv: alcuni produttori le integrano direttamente nel sistema operativo del dispositivo, altrimenti esistono le versioni per smart Tv degli antivirus più famosi per PC e smartphone.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963