scanner-facciale Fonte foto: Shutterstock
ANDROID

Smartphone Android, arriva il riconoscimento facciale come l'iPhone X

Dal 2018 la maggior parte dei telefoni Android verrà dotato di uno scanner per il riconoscimento facciale, lo stesso usato da Apple per il Face ID su iPhone X

20 Novembre 2017 - I sensori per le impronte digitali potrebbe avere una durata di vita molto breve sui telefoni. Secondo un nuovo rapporto di DigiTimes, infatti, dal 2018 anche gli smartphone Android si doteranno di sistemi per il riconoscimento del volto. Uno strumento molto simile al Face ID già visto su iPhone X.

I software per il riconoscimento facciale sono destinati in futuro a sostituire il lettore biometrico per l’impronta digitale. Nel 2018 sicuramente tre grandi marchi come Huawei, Oppo e Xiaomi sostituiranno lo scanner delle impronte digitali con un sistema identico al Face ID di Apple. Questa decisione è dovuta anche al fatto che le tecnologie necessarie a sviluppare il riconoscimento del volto hanno subito un notevole calo di prezzo negli ultimi mesi. È probabile che nel 2018 solo i top di gamma e gli smartphone di punta di un produttore Android useranno il “Face ID” ma dal 2019 questa caratteristica sarà comune a tutti i device.

Problemi di sicurezza

L’utilizzo del riconoscimento facciale, così come era successo per le impronte digitali e come succederà per qualsiasi sensore biometrico, pone gli utenti davanti a dei dubbi sulla privacy e sulla sicurezza. Apple ha assicurato che esiste solo una possibilità su un milione di riuscire a ingannare il proprio Face ID. E da Cupertino fanno sapere che le immagini salvate dall’iPhone sono protette e difficilmente possono essere rubate da un hacker. La domanda a questo punto è: anche la moltitudine di produttori Android adotterà gli stessi standard di sicurezza ed eviterà vulnerabilità nei software per il riconoscimento del volto? La risposta non è così scontata. Anche perché alcuni produttori potrebbero spingere fin da subito l’adozione dello scanner per il riconoscimento facciale e per risparmiare e mantenere il costo dei device bassi potrebbero non attenersi alle migliori norme di sicurezza.

Riconoscimento facciale sul Galaxy S9

È quasi certo poi che anche Samsung sul Galaxy S9 monterà un sensore per la scansione del volto degli utenti. La domanda in questo caso è: Samsung seguirà Apple (che su iPhone X ha eliminato il sensore per impronte) oppure continuerà ad adottare entrambi gli scanner biometrici?

Contenuti sponsorizzati