tasteira-ai-type Fonte foto: YouTube
SICUREZZA INFORMATICA

Smartphone Android, attenzione alle app per la tastiera

Alcuni ricercatori informatici hanno scoperto che l’applicazione AI.Type Keyboard ha messo in pericolo i dati di oltre 30 milioni di utenti

Tante volte abbiamo parlato dei problemi di sicurezza informatica che colpiscono quotidianamente il sistema operativo mobile Android. Troppo spesso i sistemi di sicurezza del Google Play Store vengono “sopraffatti” da applicazioni sviluppate da hacker che cercano di infettare gli smartphone per ottenere i dati personali degli utenti.

Questa volta però non parliamo dei problemi dello store online di Google, ma di quelli di un’applicazione presente sul Play Store, installata da oltre trenta milioni di utenti, e che è stata “bucata” dai ricercatori di sicurezza informatica del The Kromtech Security Center. L’applicazione in questione si chiama AI.Type Keyboard ed è una tastiera realizzata da terze parti che può essere sostituita a quella ufficiale di Google. È prassi abituale per gli utenti Android  personalizzare il proprio dispositivo con applicazioni che vanno a cambiare aspetti fondamentali dello smartphone. Ma quando si tratta di applicazioni per la tastiera si tratta sempre di un argomento abbastanza delicato, dato che sullo smartphone digitiamo le password per entrare negli account personali del conto corrente e dei social network.

Cosa è successo all’applicazione AI.Type Keyboard

Dalla ricerca effettuati dai ricercatori del The Kromtech Security Center, il database di AI.Type Keyboard dove sono stipati 577GB di informazioni personali degli utenti non è protetto da nessun tipo di password. Qualsiasi utente lo può rintracciare online e scaricare tutte le informazioni presenti all’interno. Si tratta del numero telefonico, del nome e cognome delle persone, il modello e l’IMEI dello smartphone, gli account di posta elettronica, i contatti e i link ai social media. Inoltre i ricercatori hanno dimostrato che l’applicazione colleziona anche i dati riguardanti quello che viene digitato dagli utenti. Se le informazioni finissero nelle mani degli hacker, oltre 31 milioni di persone sarebbero in pericolo. Gli esperti del The Kromtech Security Center hanno già avvertito gli sviluppatori dell’applicazione che hanno cercato immediatamente di risolvere la situazione.

Come difendersi

La prima cosa da fare per difendersi da questa falla è disinstallare l’applicazione e utilizzare una tastiera più affidabile. Completato questo passaggio si dovrà cambiare le password a tutti i servizi online che utilizziamo dallo smartphone. Solamente in questo modo saremo sicuri che nessun hacker entrerà in possesso delle nostre informazioni personali.

Contenuti sponsorizzati