smartphone pieghevole Fonte foto: Shutterstock
ANDROID

Smartphone pieghevoli: in arrivo nuovi modelli da Samsung, Oppo, Vivo, Xiaomi e Google

Sempre più indizi portano nella stessa direzione: il 2021 sarà l'anno della consacrazione degli smartphone pieghevoli e vedremo almeno un modello foldable per tutti i grandi produttori.

Il 2021 potrebbe essere l’anno degli smartphone pieghevoli. Infatti, sono molti i modelli in arrivo da parte di alcune delle principali case produttrici di tutto il mondo. Da Samsung a Xiaomi, da Oppo a Vivo fino ad arrivare a Google, le proposte che sbarcheranno sul mercato sembrano essere pronte a ritagliarsi un posto di rilievo nel settore della telefonia mobile.

Grazie all’implementazione di nuove tecnologie, in grado non solo di implementare funzionalità all’avanguardia ma anche di agire sui prezzi rendendoli più accessibili anche alle fasce di consumatori meno propensi a sborsare cifre esose per un fattore di forma di questo tipo, gli smartphone pieghevoli potrebbero raggiungere cifre di vendita mai viste finora. Secondo la società di ricerca Display Supply Chain Consultants (DSCC), l’ultimo quarto del 2021 potrebbe essere il trimestre dei record per i foldable, con un numero di esemplari venduti in grado di superare i numeri raccolti da gennaio 2020 fino a giugno 2021.

Smartphone pieghevoli, i progetti di Samsung

A guidare il gruppo delle case produttrici pronte a lanciare i nuovi modelli di smartphone pieghevoli è Samsung, secondo DSCC. Infatti, oltre ad avere pronti i modelli Galaxy Z Fold 3, Galaxy Z Flip 5G più un clamshell dal prezzo più economico, l’azienda sarebbe pronta a fornire i pannelli ai device realizzati da Xiaomi, Oppo, Vivo e anche Google, per un totale di un milione di display pieghevoli ultra sottili solo per la produzione made in China.

Smartphone pieghevoli, i piani di Oppo, Xiaomi e Vivo

Oppo, già un passo avanti grazie al prototipo del primo smartphone arrotolabile, sarebbe tra le altre aziende pronte a lanciare il suo primo pieghevole, un clamshell con schermo interno da 7.7" che batte le dimensioni di Samsung Galaxy Z Flip. Non è da meno Xiaomi che, sempre montando pannelli Samsung, dovrebbe replicare il form factor a libro della linea Z Fold della casa sudcoreana con un display interno OLED ancora più grande, da 8.03 pollici.

In fatto di form factor, a fare la differenza è però Vivo che, solo pochi mesi fa, ha registrato il brevetto per un dispositivo con display allungabile in verticale. Si tratta di un formato decisamente particolare, ben lontano dalle proposte degli altri competitor del settore, ma non per questo meno interessante in un settore dove si gioca molto su concept in costante evoluzione.

Poco o nulla si sa ancora, invece, sul primo smartphone pieghevole di Xiaomi. Sappiamo però che sarà tra quelli dotati di schermo prodotto da Samsung.

Smartphone pieghevoli, Google e il primo Pixel foldable

Secondo il noto leaker Jon Prosser, anche Google sarebbe pronta a lanciare il suo primo Pixel pieghevole. Inutile dire che il pensiero di molti è andato immediatamente a Fuchsia, il sistema operativo universale in grado di adattarsi a ogni fattore di forma, che potrebbe dunque dimostrarsi il miglior banco di prova per il primo pieghevole di Mountain View.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963