samsung exynos Fonte foto: Samsung
ANDROID

Smartphone Samsung più veloci, grazie a un chip

Samsung torna competitiva: il suo SoC per smartphone medi va veloce come quelli per i top di gamma

Dopo qualche anno in cui è sembrata in affanno a causa del fiato sul collo esercitato da Qualcomm con i suoi processori Snapdragon, Samsung adesso sembrerebbe tornata in grado di competere ad armi pari. Il suo nuovo chip Exynos 1080 ha fatto registrare infatti ottime performance nei primi benchmark.

Exynos 1080 sarà il successore di Exynos 980, chip con connettivitù 5G che equipaggia i Samsung Galaxy A71 5G, Galaxy A51 5G ma anche i Vivo S6 5G, X30 e X30 Pro. Ma se il 980 è in competizione con lo Snapdragon 765G, che è un SoC per smartphone di fascia media, il futuro Exynos 1080 potrà dare filo da torcere anche a cellulari di rango superiore: nei primi test, infatti, ha mostrato prestazioni paragonabili a quelle di Snapdragon 865+ e Apple A14 Bionic. Cioè il chip che equipaggia la quasi totalità degli smartphone top di gamma Android 2020 e quello che equipaggia i nuovi iPhone 12 e che Apple continua a definire il processore più potente al mondo.

Samsung Exynos 1080: come sarà

Non ci sono ancora le specifiche tecniche ufficiali dell’Exynos 1080, ma si suppone che sarà costituito da sei CPU Cortex-A78 e quattro Cortex-A55, mentre la GPU sarà la Mali-G78. Sarà anche un chip che consumerà poco, grazie al processo produttivo a 5 nm, lo stesso usato da Qualcomm per il prossimo Snapdragon 875 e da Apple per l’A14 Bionic.

Samsung Exynos 1080: le prestazioni

Sulla nota piattaforma di benchmark per dispositivi mobili AnTuTu è comparso il test di un dispositivo chiamato “Orion“, con 8 GB di RAM e 512 GB di storage e sistema operativo Android 11. Le specifiche tecniche di processore e GPU sono le stesse ipotizzate per l’Exynos 1080, quindi sono in molti a scommettere che questo dispositivo integri proprio il nuovo chip di Samsung.

I risultati dei test sono ottimi: 693.600 punti complessivi, 181.099 punti per la CPU e 297.676 per la GPU. Il miglior top di gamma Android testato a settembre su AnTuTu, il ROG Phone 3 con Snapdragon 865+ e 12 GB di RAM, si è fermato a 642.671 punti totali.

L’A14 Bionic di Apple, sempre su AnTuTu, non va oltre i 572.333 punti. Il Kirin 9000 che sta per arrivare sul mercato con i Huawei Mate 40, invece, ha prestazioni praticamente identiche all’Exynos: 693.605 punti.

Samsung Exynos 1080: top di gamma o medio?

Il futuro medio di gamma di Samsung, quindi, è veloce tanto quanto i top di gamma di quest’anno. Ma non potrà competere con quelli dell’anno prossimo, contro i quali si scontrerà invece l’Exynos 2100. Di questo SoC ancora si sa pochissimo e non ci sono benchmark affidabili, perché sono stati testati solo esemplari di pre-produzione.

E’ chiaro, però, che Samsung ha cambiato rotta ed è finalmente tornata nell’Olimpo dei produttori di chip per smartphone.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963