Libero
google fitbit Fonte foto: satyrenko - stock.adobe.com
WEARABLE

Smartwatch: la fusione Fitbit-Google terminerà nel 2025

I dispositivi indossabili Fitbit richiederanno un account Google a partire dal 2023, in modo da utilizzare altri servizi Google e salvaguardare la privacy.

Manca ormai poco alla fusione dei profili Fitbit con quelli Google, conseguente all’acquisizione della prima da parte della seconda avvenuta nel 2021. Oggi i dati degli utenti Fitbit sono gestiti da Google in una sorta di compartimento stagno, non vengono accorpati a quelli di un eventuale profilo Google dell’utente. Fitbit, però, ha comunicato alcune modifiche importanti in merito alla gestione dei dati.

Il cambiamento avverrà in due step: il primo già l’anno prossimo, nel 2023, mentre il secondo e più consistente avverrà nel 2025. A quella data tutti gli utenti Fitbit dovranno usare un account Google per raccogliere i dati rilevati dagli smartwatch e dai fitness traker.

Fitbit-Google: entro il 2025 la migrazione degli account

Fitbit ha annunciato, attraverso la sua pagina di supporto, che tutti i titolari di account Fitbit dovranno avere un account Google per utilizzare alcune funzioni e alcuni dispositivi, a partire dal 2023. Funzioni e dispositivi, però, al momento non precisati.

All’inizio del 2025, invece, il supporto per gli account Fitbit avrà termine e sarà obbligatorio avere un account Google: "Prevediamo di abilitare l’uso di Fitbit con un account Google nel 2023 – scrive la società, sostenendo che – gli account Google su Fitbit porteranno una serie di vantaggi agli utenti Fitbit, tra cui un unico accesso per Fitbit e altri servizi Google, sicurezza, controlli centralizzati della privacy".

Inoltre, la compagnia ha assicurato che Google non utilizzerà i dati degli utenti Fitbit per scopi pubblicitari. Inoltre, la compagnia garantisce che prima di completare la migrazione, l’utente potrà di rivedere e apportare modifiche ai dati e alla configurazione presenti sull’account Fitbit. Dopo aver completato il passaggio, sarà possibile gestire i dati sia dalle impostazioni dell’account di Google che dall’app Fitbit.

Google-Fitbit: questione privacy

Dopo un lunghissimo iter burocratico, all’inizio del 2021 Google ha acquistato Fitbit con una valutazione pari a 2,1 miliardi di dollari. L’acquisizione ha sollevato non pochi dubbi da parte degli utenti, preoccupati per la privacy e la sicurezza dei loro dati.

Tuttavia, secondo l’accordo stipulato tra le due aziende, Google non può utilizzare i dati di Fitbit a scopo pubblicitario e le informazioni che vengono raccolte dai wearable sono custodite in modo separato dall’ID pubblicità dell’utente, dato che si tratta di dati sensibili.

Ed è proprio questo il motivo che obbligherà gli utenti Fitbit ad aprire un account Google dal 2025 in poi: da quel momento, infatti, Google potrà gestire direttamente i dati raccolti dai dispositivi Fitbit.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963