smartwatch samsung google Fonte foto: Chikena / Shutterstock.com
WEARABLE

Smartwatch: Samsung e Google si alleano per battere gli Apple Watch

Google e Samsung si alleano per sfidare l'Apple Watch: come sarà il prossimo super smartwatch dei due big e che funzioni avrà.

Contro Apple Watch ora c’è un nuovo concorrente: si tratta del risultato della partnership tra Samsung e Google che, insieme, hanno deciso di produrre uno smartwatch in grado di dare del filo da torcere a una delle eccellenze di Cupertino. Il wearable si chiamerà, appunto, "Wear" e potrà contare su caratteristiche di alto livello.

L’annuncio arriva direttamente dalla voce di Big G, attraverso un post pubblicato sul blog ufficiale dell’azienda. Con l’occasione, Google ha provveduto anche a fornire i primi dettagli che rappresenteranno il blocco di partenza della collaborazione tra i due colossi del mondo tech. L’idea che sta alla base di questa unione delle forze, visto il ruolo di punta dei due attori, è quella di realizzare degli indossabili al top per quanto riguarda l’area che concerne la salute, creando un sistema in grado di unire sotto un’unica bandiera le funzionalità più utili e accattivanti introdotte sui rispettivi indossabili.

Smartwatch, le caratteristiche del prodotto Samsung – Google

Tra le specifiche principali su cui lavoreranno le due case produttrici saranno i tempi di caricamento delle app e del sistema operativo e un rinnovamento totale delle animazioni che diventeranno più coinvolgenti e vivaci. A queste, poi, se ne aggiunge una terza che rappresenta un cruccio per molti dei modelli più evoluti disponibili sul mercato: la batteria, che virerà su tempi di utilizzo più lunghi attraverso una sola ricarica.

A dare una spinta, in particolare da parte di Google, sarà la recente acquisizione di Fitbit, uno dei marchi leader del settore degli smartwatch e fitness tracker, che potrebbe portare sui nuovi dispositivi una serie di feature precedentemente assenti sui wearable di entrambe le aziende. Sarebbe una bella svolta per Big G che, in passato, aveva ottenuto risultati poco soddisfacenti nonostante l’impegno dimostrato con un OS completamente dedicato, WearOS, dotato dell’assistente vocale di Mountain View.

Apple contro Samsung e Google, chi vincerà?

Se l’operazione dovesse andare in porto rispettando tutte le premesse, Apple potrebbe davvero avere a che fare con un concorrente duro da battere. A rendere più duro lo scontro, sarebbe poi il ruolo dei coreani, tra i competitor più accaniti contro Cupertino anche nel settore degli smartwatch.

Pure sui market digitali lo scontro è aperto. Se Apple può contare su un settore del suo App store, con differenti proposte realizzate appositamente o adattate al proprio orologio intelligente collegate alle controparti installate su iPhone, lo stesso non si può dire per Tizen, il negozio a cui Samsung attinge per le applicazioni dedicate ai Galaxy Watch. A dare supporto alla Corea, però, c’è Google Play Store, più ricco di alternative tra cui scegliere, alle quali si aggiungeranno in futuro nuovi quadranti – o Faces – e una maggiore personalizzazione dell’interfaccia.

Ora resta solo da capire cosa vorrà fare Samsung con i suoi smartwatch della linea Galaxy, per i quali l’azienda ha comunque garantito aggiornamenti per almeno tre anni dal lancio sul mercato. Un arco temporale che, verosimilmente, potrebbe sovrapporsi con l’uscita dei nuovi modelli. Cosa succederà, dunque? Non resta che attendere.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963