qualcomm snapdragon Fonte foto: Alberto Garcia Guillen / Shutterstock.com
ANDROID

Arriva Snapdragon 865+ e ha una funzione esclusiva

Qualcomm presenta lo Snapdragon 865+, il nuovo chipset che sarà presente su tutti gli smartphone top di gamma. Ecco quali sono le caratteristiche

Il SoC Qualcomm Snapdragon 865 ha portato sul mercato di massa la possibilità di realizzare smartphone top di gamma in grado di connettersi alla rete 5G. Il nuovo Snapdragon 865+, la versione potenziata dell’865 appena presentata da Qualcomm, porta con sé un’altra tecnologia di alto livello: il Wi-Fi 6E.

Lo Snapdragon 865+ si distingue dall’865 normale soprattutto per le prestazioni superiori, posizionandosi come SoC d’elezione per i game phone di alta gamma: è infatti dotato di una CPU Kyro 585 con clock maggiorato del 10% (arriva a 3,1 GHz, prima CPU mobile a sfondare i 3 GHz), e di una GPU Adreno 650 anch’essa con clock maggiorato del 10%. Ma, soprattutto, integra l’elettronica Qualcomm FastConnect 6900 che abilita il Wi-Fi 6, il Wi-Fi 6E, il Bluetooth 5.2 e nuove tecnologie audio avanzate. Con il Wi-Fi 6E, quindi, sarà possibile connettersi a un router domestico fino alla velocità di 3,6 GBps.

Wi-Fi 6E: come funziona

La maggior parte delle connessioni domestiche di oggi è in standard Wi-Fi 5 (standard 802.11ac) e offre due bande di frequenza sfruttabili: la prima a 2,4 GHz, lenta ma in grado di arrivare lontano e superare agevolmente i muri, e la seconda a 5 GHz, molto più veloce ma meno capace di coprire lunghe distanze e attraversare ostacoli.

A fine 2019 è stato definito lo standard definitivo del Wi-Fi 6 e della sua ulteriore estensione Wi-Fi 6E. Mentre il Wi-Fi 6 usa ancora le frequenze da 5 GHz, ottimizzando la banda dati con diverse tecnologie avanzate, il Wi-Fi 6E è il primo standard Wi-Fi a passare alle frequenze a 6 GHz grazie alle quali è possibile trasmettere fino a 3,6 GBps se non ci si allontana troppo dal router.

Wi-Fi 6E: cosa cambia nella pratica

Nella pratica, al momento, non cambia nulla: anche se compriamo uno smartphone di ultima generazione dotato di Snapdragon 865+ non potremo usare il Wi-Fi 6E, a meno che non abbiamo a casa un router compatibile con questo standard. In questo secondo caso, invece, cambia moltissimo perché grazie all’elevata velocità di trasferimento dati sarà possibile, ad esempio, trasmettere in streaming wireless un film in 4K.

Qualcomm Snapdragon 865+: quando arriva

Il nuovo SoC ad alte prestazioni di Qualcomm è già sul mercato e i produttori di smartphone possono installarlo sui propri dispositivi. Naturalmente all’inizio i volumi di produzione saranno bassi, ma cresceranno in fretta. Il primo smartphone con 865+ è già stato annunciato: è l’Asus Rog Phone 3, che verrà presentato il 22 luglio. È anche possibile, però, che Lenovo riesca a battere Asus sul tempo presentando qualche giorno prima il suo Legion, dotato sempre di Snapdragon 865+.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963