spotify Fonte foto: Mr.Whiskey / Shutterstock.com
SMART EVOLUTION

Spotify, aumenti in arrivo per gli abbonamenti

Spotify avrebbe intenzione di aumentare il costo dell'abbonamento mensile per aumentare i ricavi. Ecco quali sono gli abbonamenti coinvolti

3 Settembre 2019 - Spotify avrebbe intenzione di aumentare il prezzo del suo abbonamento mensile. La piattaforma di streaming musicale sta testando in Scandinavia una versione più costosa del suo servizio per capire come reagiranno gli utenti ad un possibile aumento. La startup svedese ha in programma di aumentare del 13% il prezzo dell’account “Premium for Family” come dichiarato in maniera anonima dalle persone coinvolte nella fase di test.

Per ora la compagnia scandinava non ha rilasciato commenti in merito e non è chiaro se l’aumento del costo dell’abbonamento sarà applicato solamente in Scandinavia o se sarà esteso al resto del mondo. Il prezzo mensile dell’abbonamento “Premium for Family” è di 14,99 euro e consente a un massimo di cinque persone di accedere ai servizi di streaming. Se il prezzo venisse aumentato del 13% dovrebbe costare più o meno 16,99 euro. Negli ultimi mesi Spotify sta sperimentando anche un nuovo abbonamento chiamato Premium Duo, un piano speciale dedicato alle coppie che offre la possibilità di creare due account, posizionandosi tra il premium tradizionale e il piano family al prezzo di 12,49 euro al mese.

Spotify: i numeri

Spotify con i suoi 108 milioni di clienti è la piattaforma di streaming musicale più utilizzata al mondo e cresce più velocemente rispetto al suo principale concorrente Apple Music. Nonostante la posizione dominante, Spotify continua a perdere denaro, ma l’azienda è riluttante ad aumentare i prezzi per evitare una rivolta dei suoi utenti che potrebbero approdare così, scontenti, ad altri servizi. Ultimamente Spotify ha messo in campo una serie di correttivi per non perdere i suoi utenti e acquisirne di nuovi, su tutti l’estensione del periodo gratuita di prova passato da 30 a 90 giorni.

Spotify: un cambio di strategia

Il tallone d’Achille di Spotify risiede nella condivisione dell’account trapiù persone, in particolare l’uso dell’account family utilizzato da 5 persone che dichiarano di vivere sotto lo stesso tetto, ma in molti casi non è così. Nord America, America Latina ed Europa rappresentano oltre l’80% del mercato mondiale di Spotify, il quale ha intenzione di penetrare maggiormente nel mercato asiatico rivedendo al ribasso i suoi prezzi proprio per competere con i numerosi player locali nonché le alternative gratuite come YouTube. Che l’aumento previsto e attualmente in fase di test sul territorio scandinavo sia una mossa per compensare e consolidare l’investimento nei paesi asiatici non è dato sapere e non ci resta che attendere le comunicazioni ufficiali che arriveranno, forse a breve, dai vertici di Spotify.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963