Spotify Android Fonte foto: TY Lim / Shutterstock.com
TECH NEWS

Spotify per Android: lo Sleep Timer blocca la riproduzione dei brani

Addormentarsi ascoltando Spotify non sarà più un problema. Una nuova funzionalità, infatti, permette di programmare l'interruzione della riproduzione musicale

3 Aprile 2019 - Buone notizie per gli utenti di Spotify che amano ascoltare la musica a letto, prima di addormentarsi: è in arrivo la funzione “Sleep Timer che, come dice il nome stesso, è un timer che interrompe automaticamente la riproduzione di un brano dopo un tot di minuti. In questo modo potremo ascoltare la musica, o un podcast, quando ci stiamo addormentando sapendo che Spotify si arresterà da sola all’orario prefissato.

Ad avvistare la nuova funzionalità, al momento solo su Android, è stata la nota leaker Jane Manchun Wong che ha annunciato la notizia su Twitter scrivendo “Spotify per Android sta testando lo Sleep Timer per le canzoni“. In realtà, però, è molto probabile che se questa funzionalità arriverà veramente sarà attivabile anche durante la riproduzione di intere playlist e non solo di singole canzoni. A lasciarlo pensare, sono le diverse opzioni di timer impostabili mostrate nel tweet dalla Wong.

Come funziona lo Sleep Timer su Spotify

Da quanto si vede nello screenshot condiviso, sarà possibile interrompere la musica dopo 5, 10, 15, 30, 45 minuti, 1 ora o alla fine della traccia. Non sarà possibile scegliere un tempo diverso da quelli previsti, né settare il timer ad un orario preciso. Tuttavia, essendo assai poche le tracce che durano 60 minuti, è prevedibile che il timer sia attivabile anche durante l’esecuzione delle playlist. Se così fosse, ben presto su Spotify si moltiplicherebbero le playlist di musica rilassante da ascoltare prima di dormire.

Quando arriverà lo Sleep Timer su Spotify

Come sempre accade in questi casi, non è detto che una funzionalità testata arrivi in fretta sulla versione ufficiale della app, né che il suo funzionamento sia proprio così come lo vediamo oggi. La Wong, però, è di solito fonte affidabile e se ha condiviso questa notizia è difficile che lo Sleep Timer si faccia aspettare ancora molto. D’altronde si tratta di una funzionalità molto facile da implementare, molto utile e richiesta dagli utenti e che non può che aumentare il gradimento di quest’ultimi nei confronti di Spotify.

Altre funzionalità di Spotify in arrivo

Lo Sleep Timer non è la sola funzionalità che Spotify potrebbe implementare a breve nell’app ufficiale: pochi giorni fa è infatti circolata la notizia che il servizio di streaming musicale più usato al mondo potrebbe aprirsi all’utilizzo, in modo legale ed ufficiale, da parte di due utenti contemporaneamente con lo stesso abbonamento. Si tratterebbe, per la precisione, di un nuovo tipo di iscrizione chiamato “Premium Duo. Sarebbe una sorta di estensione dell’abbonamento Premium già esistente (che costa oggi 9,99 euro) che con una cifra pari a 12,49 euro mensili permetterà a due account diversi, ma appartenenti a due persone che vivono allo stesso indirizzo, di avere entrambi le funzionalità Premium. A ciò si unirebbe la possibilità di “mixare” i gusti musicali dei due grazie ad un nuovo tipo di playlist chiamato “Duo Mix” che racchiude brani compatibili con i gusti musicali di entrambi. Una sorta di “playlist di coppia” per amanti della musica.