Starlink alla conquista del mondo: le parole di Elon Musk Fonte foto: Ansa
SCIENZA

Starlink alla conquista del mondo: le parole di Elon Musk

Entro il prossimo anno l’azienda potrebbe arrivare a mezzo milione di utenti per il suo servizio di connessione internet via satellite. Questa è la stima del fondatore di SpaceX.

Sono ambiziosi gli obiettivi che Elon Musk si è prefisso per Starlink, il servizio di connettività internet via satellite. L’imprenditore sudafricano ha partecipato in videoconferenza al Mobile World Congress 2021 e ha spiegato quali sono le sue aspettative per il futuro. "Siamo sulla buona strada per avere qualche centinaio di migliaia di utenti, possibilmente 500 mila utenti entro 12 mesi", è la stima del fondatore di Space X.

Gli obiettivi di Elon Musk per Starlink

L’obiettivo attuale di SpaceX è trasmettere internet a banda larga alla maggior parte del pianeta entro agosto. La rete Internet, con la fase beta aperta, ha lanciato più di 1.700 satelliti in orbita terrestre bassa dal 2018 e recentemente, secondo quanto detto da Musk al MWC, ha superato un benchmark “strategicamente significativo" di 69.420 utenti attivi. Starlink è già attivo in 12 paesi e si starebbe espandendo ancora di più.

Raggiungere mezzo milione di utenti nel prossimo anno e sbloccare la copertura Internet globale nei prossimi due mesi è però un obiettivo estremamente ambizioso. Il servizio Internet Starlink potrebbe essere venduto direttamente ai consumatori nelle aree più rurali del mondo e ai governi che cercano migliori connessioni Internet militari. Molti utenti, attualmente, pagano 99 dollari al mese per l’abbonamento Internet con la beta e 499 dollari per l’attivazione compresa l’installazione della parabola o del router wi-fi di Starlink. SpaceX promette velocità di download di 100 Mbps e di upload di 20 Mbps, ma le recensioni sulle reali capacità della rete Starlink sono contrastanti, con alcuni che confermano quanto dichiarato dall’azienda e altri che parlano di prestazioni inferiori.

Musk ha anche dichiarato che l’azienda ha firmato accordi con due operatori di telecomunicazioni dei “principali paesi", ma senza indicare quali siano. L’imprenditore ritiene che Starlink possa essere complementare ai già esistenti fornitori 5G piuttosto che loro competitor. Per Musk si dovrebbe pensare a Starlink come un servizio che possa colmare le lacune tra 5G e fibra per "arrivare davvero alle parti del mondo più difficili da raggiungere".

L’investimento totale per Starlink dovrebbe essere di circa 20-30 miliardi di dollari prima che la rete diventi completamente operativa. L’ipotesi è poi di dividerla da Space X e magari entrare in borsa con un’Ipo. Le entrate ottenute saranno poi usate per finanziare il sistema Starship di SpaceX che si occupa di trovare soluzioni per trasportare gli umani sulla Luna e su Marte.

Portare le persone nello spazio sta diventando un obiettivo da raggiungere anche per altri imprenditori miliardari come Jeff Bezos, che si prepara a partire con il fratello sul New Shepard della sua Blue Origin, e Richard Branson che ha ottenuto la licenza per brevi viaggi spaziali commerciali a pagamento con il suo razzo della Virgin Galactic.

Stefania Bernardini

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963