35e6f0062570f884db541e0fa0470c58.jpg Fonte foto: ANSA
TECH NEWS

Stretta di Twitter sui profili 'fake'

Punisce automazione sui tweet, proteste dei conservatori Usa

(ANSA) – ROMA, 22 FEB – Stretta di Twitter sui profili ‘fake’ e sullo spam. La piattaforma, finita insieme a Facebook e Google sotto i riflettori del Russiagate, alza l’asticella sui bot, i profili non gestiti da persone ma automatizzati, e sui tweet e i ‘mi piace’ che partono in automatico. Secondo i media americani, la mossa ha provocato nelle ultime ore la scomparsa di diversi follower finti, generando una protesta soprattutto da parte di alcuni politici conservatori che hanno lanciato l’hashtag #TwitterLockOut riferendosi ad una sorta di epurazione. “Gli strumenti di Twitter sono apolitici, applichiamo le nostre regole senza pregiudizi politici. Ogni giorno cerchiamo comportamenti sospetti che indicano attività automatizzate o , violazioni delle nostre norme”, si difende il social network. Lo scorso mese il social network ha rivelato l’esistenza sulla piattaforma di 50mila account legati alla propaganda russa.

Contenuti sponsorizzati