apple tv Fonte foto: Mr.Mikla / Shutterstock
APPLE

Su Apple TV arriva YouTube in 4K, ma con un grosso limite

Finalmente è possibile vedere i video 4K di YouTube su Apple TV, ma non alla qualità che gli utenti vorrebbero

Il 4K avanza senza sosta, tranne sulle Apple TV con tvOS 14. Nonostante fosse tra le grandi anticipazioni che erano state annunciate per l’aggiornamento del sistema operativo di settembre, la feature dedicata al supporto per i video di YouTube in 4K era poi rimasta fuori dai giochi lasciando a bocca asciutta tantissimi utenti. Ora, finalmente, uno spiraglio di luce sembra far capolino ma con grossi limiti.

Dopo la comparsa dell’opzione tra le impostazioni di YouTube su Apple TV, alcuni utenti di Reddit hanno rivelato come ancora risulti impossibile godere appieno delle caratteristiche ad altissima risoluzione dei video della piattaforma. A rendere decisamente meno performante lo stream sarebbe infatti la scelta degli fps. Attraverso la scelta dello streaming in 4K, ovvero a 2160 pixel, la quantità di frame per secondo scende a 30, ovvero la metà dei 60 previsti per la visione a 2K da 1440p. Lo stesso limite in fatto di qualità va a inficiare pure sui contenuti di YouTube a 2160p: niente HDR anche per loro.

Apple e 4K: da Apple TV ad iPhone, lo standard fatica a farsi strada

A quanto pare, però, Apple TV non è l’unico prodotto di Cupertino a mostrare segni di difficoltà davanti all’introduzione della visione dei video in altissima risoluzione. Lo stesso problema si è presentato anche su iPhone e iPad di nuova generazione, con schermi compatibili con lo standard, sebbene il supporto potrebbe arrivare a breve con il nuovo sistema operativo oltre al reintegro della funzione picture-in-picture rimossa nelle release precedenti.

Apple TV: il 4K di YouTube e Netflix il nuovo cruccio di Cupertino

Se per i device a schermo più piccolo della Mela sembrano brevi i tempi di attesa, per quanto riguarda Apple TV, dove la minore ricchezza dei colori e del contrasto si fa più sentire, i problemi potrebbero protrarsi ancora per settimane per YouTube a meno di una release repentina.

E dire che il 4K aveva creato già problemi di notevole entità ad Apple solo pochi giorni fa, quando molti utenti Mac avevano scoperto che i propri laptop e desktop avrebbero dovuto rinunciare a Netflix ad altissima risoluzione, a causa della mancanza del chip di sicurezza T2, disponibile solo su un esiguo numero di prodotti di ultimissima generazione. Soprattutto in quest’ultimo caso, a mandare su tutte le furie gli utenti sarebbe stata l’impossibilità di sfruttare le potenzialità della piattaforma nonostante l’utilizzo di uno schermo esterno, vista la necessità della presenza del componente per poter riprodurre in maniera corretta e fluida le immagini di film e serie tv in qualità superiore.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963