Libero
Il sudore rivela tutti i nostri segreti Fonte foto: 123rf
SCIENZA

Il sudore rivela tutti i nostri segreti

Il fluido corporeo contiene informazioni sulla nostra salute e anche sui nostri vizi. Una sola goccia può essere sufficiente a identificare un criminale o diagnosticare una malattia.

Nel sudore, che può essere contenuto in minuscole dosi in un’impronta digitale, sono racchiuse tutte le informazioni riguardanti non solo il nostro corpo, ma anche i nostri vizi. La scienziata forense Simona Francese della Sheffield Hallam University, per esempio, usa proprio questa sostanza per sviluppare tecniche che consentano di estrarre informazioni che possano aiutare a identificare le persone sulla scena di un crimine. Nelle nostre ghiandole sudoripare sono racchiusi moltissimi nostri segreti. Dall’analisi di una sola goccia si riesce a individuare la presenza di caffeina oppure di alcool fino alle droghe, ma si riesce anche a diagnosticare una malattia.

I segreti racchiusi nel sudore

Un’infermiera amante delle patatine piccanti al pomodoro è persino riuscita a far "arrossire" il suo sudore. Gli scienziati, studiando gocce del suo fluido corporeo, hanno infatti abbinato il pigmento rosso nel suo sudore all’aroma delle chips. I ricercatori stanno anche cercando modi per distinguere i vegani dai mangiatori di carne oppure qual è il sesso o l’età di una persona analizzando poche tracce dal liquido che secerniamo. Il sudore contiene inoltre informazioni su malattie e può essere utile per diagnosticare alcuni tipi di cancro, oltre ad altre sostanze chimiche relative alla nostra vita privata, come gli ormoni dello stress.

La sostanza prodotta dalle ghiandole sudoripare potrebbe presto essere usata per creare strumenti che ci permettano di monitorare il nostro funzionamento interiore. Un team di ingegneri, per esempio, sta progettando cerotti adesivi che sono integrati con l’elettronica per catturare e analizzare il sudore, estraendo informazioni che potrebbero poi essere inviate agli smartphone. Tale tecnologia potrebbe anche essere integrata in uno smartwatch che analizzi il sudore per monitorare il grado di alcol nel corpo e inviare un avviso. Anche le auto potrebbero eventualmente aver installato un tampone per le impronte digitali che richieda ai conducenti di valutare i livelli di intossicazione prima che il motore possa avviarsi.

Probabilmente passerà ancora molto tempo prima che vengano realizzate tecnologie avanzate che abbiano come base l’analisi del sudore, intanto gli studi sull’importanza di questa sostanza proseguono anche prendendo direzioni diverse. A Singapore, per esempio, i ricercatori della National University hanno scoperto come convertire il sudore umano in energia utilizzabile per alimentare piccoli dispositivi elettronici grazie a una innovativa pellicola.

Stefania Bernardini

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963