symbol-s3 Fonte foto: web
ANDROID

Symbol S3, il clone dell’iPhone X che arriva dalla Cina

Disponibile in due versioni, quella bianca ha un incavo nella parte superiore che lo fa somigliare all’iPhone X. Scheda tecnica e prezzo sono però differenti

Presentato a settembre insieme all’iPhone 8 e all’iPhone 8 Plus, l’iPhone X è certamente uno dei prodotti più attesi in vista delle ormai prossime festività natalizie 2017. Il lancio del melafonino del decennio, infatti, dovrebbe avvenire a metà novembre, o almeno questi erano i piani iniziali di Apple.

In attesa di vedere se la casa di Cupertino riuscirà a rispettare le scadenze promesse (la produzione è in crescita, ma secondo alcuni esperti Apple potrebbe avere problemi ad accontentare tutte le richieste), altri produttori stanno sfornando dei cloni dell’iPhone X pronti a invadere il mercato internazionale. E se l’iPhone X mini è un prodotto artigianale (al momento) non destinato alla vendita, dalla Cina arriva uno smartphone Android che somiglia in tutto e per tutto al melafonino del decennio (sistema operativo a parte, ovviamente). Si chiama Symbol S3 ed è stato recentemente presentato in una fiera di elettronica nel Paese asiatico.

Symbol S3, l’iPhone X cinese con Android Oreo

Disponibile in due differenti versioni – sia con incavo superiore sia senza incavo superiore – il Symbol S3 è prodotto da HotWav ed è esteticamente identico al più celebre iPhone X. Disponibile in due versioni (una bianca con incavo e una nera senza incavo nella parte superiore del dispositivo), lo smartphone cinese ha un display da 6 pollici con risoluzione HD (1440×720 pixel), SoC Mediatek quadcore, 2 gigabyte di RAM e 16 gigabyte di spazio d’archiviazione. La scheda tecnica del clone dell’iPhone X è completata da 4 fotocamere, due anteriori (da 13 e 2 megapixel) e due posteriori (da 16 e 2 megapixel, sistemate in verticale proprio come nel dispositivo di punta della casa di Cupertino). Ovviamente, il Symbol S3 non è dotato del Face ID, né tanto meno di pulsanti con sensore di impronte digitali. A muovere il tutto troviamo Android 8.0 Oreo, con interfaccia adeguatamente modificata per rendere ancora più marcata la somiglianza con iPhone X e iOS 11. Al di là dell’aspetto esteriore, insomma, i punti di contatto tra i due dispositivi sono realmente ridotti all’osso o addirittura inesistenti. Differenze marcate anche sul fronte del prezzo: stando alle voci che arrivano dalla Cina, il Symbol S3 non dovrebbe superare i 200 dollari (circa 170 euro).

Contenuti sponsorizzati