81fb0ef67117a3c3d3307efee3d2fd3a.jpg Fonte foto: ANSA
TECH NEWS

Tap su smartphone danno profilo utente

Studio curato da esperto cybersicurezza

(ANSA) – SYDNEY, 3 AGO – Con ogni tocco del dito sullo smartphone e le app si può tratteggiare il profilo di un utente, potenzialmente usato dalla pubblicità o da terze parti. Lo dice una ricerca della divisione Data61 del Consiglio Nazionale delle Ricerche Csiro, curata dal professor Mohamed Dali Kaafar, direttore per la sicurezza e la privacy di Data61 e docente di cybersicurezza all’Università Macquarie di Sydney.

Lo studio dimostra che i gesti distintivi del dito sul dispositivo (swipe e tap) possono essere catturati da sviluppatori di app “affamati” di dati degli utenti. E’ stato usato un congegno che traccia i gesti degli utenti: estrae dati dalle digitazioni, tra cui la velocità e l’accelerazione dei movimenti. L’uso di una sola app per un’ora fornisce sufficienti informazioni da distinguere un utente da un miliardo di altri.

Può identificare chi usa il congegno e non solo il conto con cui è collegato, ha spiegato Kaafar al Sydney Morning Herald.

Contenuti sponsorizzati