e2d27a96f75efe7a4b2600e1edd37514.jpg Fonte foto: ANSA
TECH NEWS

Tesla vuole impianto in Cina

Accordo per drastico taglio costi, ma rischia dazi su import

(ANSA) – ROMA, 23 OTT – Il produttore di auto elettriche Tesla ha raggiunto un accordo per costruire un impianto a Shangai, con una mossa che potrebbe fruttarle un redditizio ingresso nel mercato dei veicoli elettrici in Cina. E’ quanto si legge sul Wall Street Journal, secondo il quale con l’intesa Tesla potrebbe collocare l’impianto nella zona della città a libero scambio. Si tratterebbe del primo accordo di questo tipo con un produttore di auto straniero, sottolinea il sito del quotidiano finanziario, e potrebbe consentire a Tesla di ridurre in modo drastico i costi di produzione, ma potrebbe anche farla ‘scontrare’ con la tassa del 25% fissata sugli import. Il mercato delle vetture elettriche in Cina, già il primo al mondo, cresce a ritmi serrati. Il Governo di Pechino ha fissato vendite per 7 milioni di auto entro il 2025, rispetto ai 351.000 veicoli dello scorso anno.

Contenuti sponsorizzati