Thinktiny Fonte foto: Paul Klinger
SMART EVOLUTION

ThinkTiny, il notebook più piccolo del mondo sta tra due dita

Quanto può essere piccolo un PC portatile? Per il noto maker Paul Klinger una manciata di centimetri. Ha infatti realizzato il ThinkTiny, con display da 0,96"

31 Luglio 2019 - La miniaturizzazione è sempre stata la parola d’ordine della tecnologia a partire sin dalla fine degli Anni ’60. L’invenzione dei circuiti integrati, in particolare, ha dato il via a un processo che ha consentito di creare chip sempre più piccoli e performanti. Senza i circuiti integrati, tanto per intenderci, non avremmo mai avuto i computer né tanto meno gli smartphone.

Un processo che il maker e sviluppatore Paul Klinger ha portato all’estremo, realizzando dispositivi elettronici sempre più piccoli. L’ultima opera della sua fantasia è un laptop ultra-portatile dotato di uno schermo di soli 0,96 pollici. Si chiama ThinkTiny ed è la replica perfetta di un laptop ThinkPad di Lenovo (un tempo IBM). La peculiarità, come accennato, sta nelle sue dimensioni: è così piccolo che può essere portato tranquillamente nel palmo di una mano.

ThinkTiny: il micro laptop

ThinkTiny è un piccolissimo computer portatile con un display da 0,96 pollici e un design fortemente ispirato allo stile del noto ThinkPad di IBM. Il micro laptop ricalca in tutto e per tutto linee del celebre computer dalla scocca nera, tanto che è presente in bella vista anche il pointing stick o trackpoint, ovvero lo strumento di puntamento a forma di semisfera di colore rosso incastonato nella tastiera.

Il dispositivo ideato da Klinger non è esattamente un computer a tutti gli effetti in quanto non è in grado di riprodurne fedelmente tutte le funzionalità, ma può essere utilizzato per giocare ad una serie di videogame arcade come Snake, Tetris e Lunar Landar.

ThinkTiny: come è fatto

In un case stampato appositamente in 3D, Klinger è riuscito ad inserire nell’ordine: un display OLED da 128 x 64 pixel, un micro controllore ATtiny1614, una batteria da 300 mAh e altri micro componenti. Il circuito stampato dello schermo OLED è stato modificato e ha subito l’asportazione della parte superiore per poter essere inserito perfettamente nella scocca del laptop. Come sempre il maker Paul Klinger ha prontamente condiviso sulla sua pagina di Github tutti i file di progettazione e i codici necessari per replicare comodamente a casa la sua opera.