tiktok Fonte foto: Tashatuvango / Shutterstock.com
APP

TikTok: che succede ai profili il 9 febbraio

Il 9 febbraio TikTok disconnette tutti i profili italiani dell’app e gli utenti dovranno rifare il login e dichiarare la propria età: ecco il motivo

Una disconnessione di massa il 9 febbraio per gli utenti italiani di TikTok. La popolare app di brevi video cinese risponde con questa mossa al provvedimento emanato dal Garante della Privacy italiano, che chiedeva il blocco del trattamento dei dati per tutti gli utenti di cui non è verificata l’età con certezza.

TikTok è entrata nel mirino del garante italiano dopo il caso della bambina morta a Palermo lo scorso 22 gennaio durante una challenge lanciata da altri utenti nel social cinese. La grande diffusione dell’app tra bambini e adolescenti ha suscitato nel Garante della Privacy timori per questi utenti, dando a TikTok fino al 15 febbraio per risolvere il problema della verifica dell’età degli account. Il 9 febbraio tutti i profili italiani dovranno ripetere il login, indicando di nuovo la propria età. Una misura blanda, dato che chi ha meno di 13 anni potrà comunque dichiarare un’età superiore per non vedere rimosso il proprio profilo.

TikTok: cosa succede il 9 febbraio

Chiunque possieda un profilo italiano di TikTok il 9 febbraio si vedrà bloccato dall’app. Gli utenti italiano infatti dovranno rifare il login nell’app e dichiarare nuovamente la propria età per potervi accedere. Se l’utente dichiara di avere più di 13 anni, l’account verrà sbloccato e potrà accedere regolarmente al proprio profilo e utilizzare l’app.

Se invece l’utente dichiara di avere meno di 13 anni, il suo precedente account non solo rimarrà bloccato, ma verrà automaticamente eliminato dalla piattaforma. TikTok quindi baserà la rimozione o conferma dell’account basandosi solo sulla dichiarazione del singolo utente, senza imporre ulteriori modalità più approfondite di verifica dell’età.

TikTok, le misure per evitare il blocco

L’app cinese è pronta ad attuare le misure necessarie a evitare il blocco in Italia dopo il provvedimento emanato dal Garante della Privacy. La disconnessione dei profili italiani del 9 febbraio è solo il primo passo, ritenuto comunque una risposta inefficace: chiunque come meno di 13 anni potrà mentire sulla sua data di nascita, come già spesso fatto, per mantenere attivo il proprio account.

Questa non è l’unica misura attuata: lo scorso 25 gennaio l’app ha annunciato di voler introdurre un nuovo pulsante per segnalare gli utenti che sembrano avere meno di 13 anni. Inoltre, TikTok si è impegnata a raddoppiare il numero dei moderatori italiani, così da intercettare i contenuti pericolosi, come appunto alcune challenge che si diffondono tra i più giovani.

TikTok, age verification con l’intelligenza artificiale

Tra le altre misure al vaglio da parte di TikTok, c’è anche quella di utilizzare l’intelligenza artificiale per i processi di "age verification", cioè di certificazione dell’età da parte dell’app. L’intelligenza artificiale potrà determinate la fascia d’età dell’utente analizzandone i comportamenti e i post, sfruttando algoritmi di profilazione che sono già utilizzati dall’app per mostrare agli utenti spot pubblicitari personalizzati.

Per poter usare l’AI, TikTok si è impegnata ad avviare una discussione sull’utilizzo dei dati personali con il garante della privacy irlandese, Paese in cui l’app ha sede legale, mentre l’autorità italiana ha promesso che continuerà a vigilare sul trattamento dei dati da parte dell’app fino alla risoluzione delle problematiche emerse negli ultimi mesi.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963