Fortnite Fonte foto: Shutterstock
SMART EVOLUTION

Troppo tempo su Fortnite: moglie chiede divorzio

Un sito di divorzi inglesi ha registrato oltre 200 casi di interruzione dei rapporti matrimoniali in cui la causa della separazione è il videogame di Epic Games

18 Settembre 2018 - La passione per Fortnite è più forte di quella per un matrimonio. No, non siamo impazziti. Il famoso videogame di sopravvivenza di Epic Games è la causa di oltre 200 divorzi nel solo Regno Unito. Stando ad alcuni rapporti di un sito di divorzi inglese, Divorce Online, Fortnite è diventato un motivo di fine rapporto matrimoniale tanto quanto altre dipendenze da droga, sesso o social media.

Stando a quanto riporta il portale britannico circa il 5% dei divorzi chiesti nell’ultimo anno nel Regno Unito è stato causato dalla dipendenza al videogioco di Epic Games. E si tratta di numeri relativi il solo Regno Unito, probabilmente il fenomeno dei divorzi a causa di Fortnite è molto più esteso se analizzassimo tutti i paesi nel quale il videogame è disponibile. Non è il primo caso di dipendenza per il gioco, già in passato si erano registrati numerosi casi di adolescenti richiamati a scuola dopo lunghe assenze dovute proprio al videogame di sopravvivenza.

Fortnite crea dipendenza come il porno

In merito a questi nuovi casi di divorzio dovuti a Fortnite, Epic Games non ha voluto lasciare dichiarazioni. Va detto comunque che ormai il videogame ha un successo talmente ampio da influenzare non solo i risultati scolastici degli alunni o la durata di un matrimonio. Stando al famoso sito per adulti PornHub negli ultimi mesi all’interno della propria piattaforma sono aumentate a dismisura le ricerche correlate a Fortnite. Insomma, Fortnite è diventato più di un semplice videogioco, ormai influenza la vita quotidiana e i rapporti delle persone come una normale dipendenza da alcool o droga.

Non è un caso che ci siano diversi bambini tra i 9 e i 15 anni che sono finiti dallo psicoterapeuta per il legame ossessivo costruito con il gioco e con le armi presenti all’interno dello stesso. Per questo motivo è bene, se nostro figlio passa un tempo elevato con il videogame, distrarlo ogni tanto con delle attività all’aria aperta e con altri bambini. Inoltre, quando giocano sarebbe meglio stargli vicino, così da spiegare la differenza tra quello che fa nel gioco e la realtà. Ovviamente cercando di non diventare dipendenti anche noi.