truffa Decathlon
SICUREZZA INFORMATICA

Truffa dei buoni sconti Decathlon

Online si sta diffondendo una nuova truffa che promette un voucher da 1000 euro per i negozi Decathlon, ma si tratta di una scusa per rubare i nostri dati

30 Novembre 2018 - Con l’avvicinarsi del Natale iniziano a proliferare le varie truffe online legate agli acquisti effettuati in Rete. Nelle ultime ore gli hacker hanno generato una nuova campagna phishing nella quale fingono di promuovere Decahlon regalando buoni acquisto della celebre catena di abbigliamento e attrezzatura sportiva.

Lo schema utilizzato in questo  caso è molto comune tra le varie truffe informatiche: il finto buono sconto. La vittima viene contatta su piattaforme social tramite post sponsorizzati che annunciano il lancio di una nuova campagna di buoni sconti Decathlon. Il motivo di tanta generosità risiederebbe nel decimo anniversario della nascita della catena, che vorrebbe ricompensare i suoi affezionati clienti con un regalo molto speciale: 50 voucher da 1000 euro per comprare qualsiasi prodotto presente nei vari punti vendita Decathlon. Dopo aver acquistato i prodotti gli utenti dovranno inviare i feedback all’azienda che così migliorerà eventuali mancanze. Per ricevere il voucher in regalo però bisogna prima compilare un questionario, ed è qui che scatta la truffa.

Come difendersi dalla truffa Decathlon

Per compilare il questionario della truffa dovremo cliccare sul link presente nel post. Inutile dire che se clicchiamo su quel collegamento ipertestuale ci ritroveremo reindirizzati su un sito web che all’apparenza per loghi, colori e interfaccia ricorda quello dell’azienda Decathlon ma in realtà si tratta di una pagina falsa creata ad hoc dai cyber criminali. Ogni dato inserito in questa pagina ci verrà rubato dagli hacker. Nel questionari ci vengono richieste diverse informazioni riservate, come l’indirizzo di casa, un indirizzo di posta elettronica, la nostra data di nascita e così via. Tutti dati utili agli hacker per generare delle azioni illegali in Rete utilizzando la nostra identità.

Per evitare di cadere in questa trappola i consigli sono semplici da ricordare e da attuare. Per prima cosa se veniamo contattati per uno sconto o un regalo online tramite post nei social media prima di accettare andiamo a controllare il sito ufficiale del negozio o del servizio, per vedere se ne parlano anche lì. In alternativa chiamiamo il centralino ufficiale dell’azienda e chiediamo spiegazioni. In secondo luogo non clicchiamo a cuor leggero sui link allegati a messaggi di posta e post provenienti da fonti a noi sconosciute, spesso nascondo malware, pagine maligne e altri escamotage architettatati dai cyber criminali. Infine se veniamo reinderizzati su un sito dove ci vengono chiesti dei dati personali controlliamo l’URL e che questo sia quello ufficiale dell’azienda con la quale vogliamo interagire e verifichiamo che prima dell’URL ci sia un lucchetto verde (se navighiamo da Google Chrome) che ci indica che il sito è protetto e non condividerà i nostri dati con nessuno.

Contenuti sponsorizzati