furto-iphone Fonte foto: Shutterstock
SICUREZZA INFORMATICA

Truffa in corso sull'App Store: vi ruba 100 euro. Come difendersi

Una truffa rischia di alleggerire il conto corrente dei possessori di iPhone di circa 100 euro. Ecco come difendersi dalla minaccia hacker

4 Dicembre 2018 - Che gli smartphone Android siano ormai diventati uno degli obiettivi principali degli hacker è un fatto risaputo. Le minacce malware ormai non si contano più, mentre i tentativi di truffa per rubare dati o soldi dal credito residuosono praticamente all’ordine del giorno. Fino a oggi, dunque, l’iPhone e iOS sembravano essere un’isola felice, ma presto non potrebbe essere più così.

Due diverse aziende di sicurezza informatica, infatti, hanno scopertu due tentativi di truffa ai danni dei possessori di iPhone capaci di far sfigurare qualunque altra truffa architettata su Android. Grazie a una singola appplicazione, infatti, gli hacker sono in grado di rubare circa 100 euro (120 dollari statunitensi, secondo il report di ESET) per ogni utente che cade nella trappola. Il tutto senza che la vittima possa fare granché per tentare di sfuggire al salasso involontario. Una situazione completamente nuova, per gli utenti iOS e proprio per questo più pericolosa delle varie truffe che si registrano su smartphone del sistema operativo del robottino verde.

Come funziona la truffa su iPhone

Come ravvisato dagli esperti di sicurezza informatica, lo stratagemma messo in piedi dagli hacker è davvero molto ingegnoso, tanto da esser riusciti a superare gli stringenti test cui sono sottoposte le app prima di essere pubblicate sull’App Store. Nello specifico, le due minacce per iPhone sono travestite da applicazioni per il controllo del battito cardiaco o altre funzionalità legate alla salute personale. Nel momento in cui vengono lanciate, le due app-truffa chiedono all’utente di effettuare una scansione dell’impronta digitale con il Touch ID, così da abilitare a pieno le funzionalità. In quel preciso istante, invece, gli utenti stanno autorizzando un pagamento per una cifra che varia dai 90 ai 120 dollari statunitensi (tra gli 85 e i 100 euro, per l’appunto). Prima che ci si accorga di quanto sta succedendo, il pagamento è stato autorizzato e la truffa compiuta.

Come difendersi dalla truffa iPhone che ruba 100 euro

Come detto, chi possiede un iPhone può fare ben poco per difendersi da questo tentativo di truffa, una volta che è in corso. Quindi, è necessario prevenire ed evitare che un’app non troppo conosciuta arrivi a chiederci la scansione dell’impronta digitale. Se ciò dovesse accadere senza motivo apparente, pigiate per due volte sul tasto Home (magari usando un dito non “scansionato”), chiudete l’app e cancellatela dal vostro dispositivo. Poi, evitate di installare app di cui non è certa la provenienza: leggete sempre con molta attenzione le recensioni e, nel caso non dovessero convincervi, cercate nell’App Store una valida alternativa. Non farete di certo fatica a trovarla.

Contenuti sponsorizzati