app twitter Fonte foto: Christian Bertrand / Shutterstock.com

Twitter: nuovi filtri contro spam e sex workers

Twitter ha introdotto due nuove funzionalità che vogliono migliorare l'esperienza d'uso della sua piattaforma di microblogging. Ecco quali sono

2 Ottobre 2019 - Twitter annuncia l’introduzione di due importanti novità volte a tutelare maggiormente la privacy dei suoi utenti. Già il mese scorso la piattaforma di microblogging aveva confermato l’inizio delle operazioni per testare un nuovo filtro antispam messo a disposizione di chi preferisce mantenere il proprio account pubblico e spesso si trova preso di mira da una serie di messaggi diretti non sempre piacevoli.

Terminata la sperimentazione è partito il roll-out definitivo che prevede la distribuzione di questa nuova opzione sia per l’app mobile sia per la versione desktop. La funzione antispam è stata resa nota dall’account Twitter Support e completa la serie di strumenti sviluppati per garantire una maggiore privacy ai propri iscritti. Tra questi spunta anche la funzione “Nascondi risposta”, lanciata alcune settimana fa in Giappone e negli Stati Uniti dopo un test effettuato in Canada e che permette di selezionare le risposte ad un tweet e nasconderle, senza però eliminarle.

Filtro antispam: già abilitati?

Per verificare se il proprio account di Twitter beneficia dell’abilitazione al nuovo filtro antispam basta entrare nei messaggi diretti e selezionare la voce “Richieste di Messaggi”. Se abilitati, il sistema non mostrerà l’anteprima dei messaggi che automaticamente sono stati bollati come offensivi, sospetti o inappropriati per l’utente o semplici messaggi di spam, inoltre sarà possibile cancellarli direttamente senza doverli necessariamente aprire. In più, sull’app di Twitter per iOS, Android, nonché sulla versione Web, verrà visualizzato un avviso ogni qualvolta arriverà un messaggio filtrato.

Twitter: no ai sex workers

La seconda novità riguarda i cosiddetti contenuti NSFW, ovvero contenuti “non sicuri sul posto di lavoro”. Il fenomeno dei contenuti con nudità e scene di sesso era stato sinora tollerato dal social network, a patto che le immagini a sfondo sessuale non comparissero negli elementi dell’intestazione o nella foto del profilo. A quanto sembra Twitter ha bloccato i profili NSFW chiedendo il numero telefonico personale del titolare dell’account per appurare che non si tratti di semplici spam-bot a luci rosse.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963