afbdd69d80fc67598f49f2f798769056.jpg Fonte foto: ANSA
TECH NEWS

Twitter si difende su complottista Jones

'Può creare sensazionalismi senza prove, giornalisti valutino'

(ANSA) – NEW YORK, 9 AGO – Twitter difende la sua decisione di non rimuovere e cacciare Alex Jones, l’animatore del sito Infowars e uno dei più celebri complottisti d’America, pubblicamente appoggiato dal presidente Donald Trump. “Jones – spiega l’amministratore delegato Jack Dorsey – non viola la politica di Twitter, che vieta il bullismo e i comportamenti minacciosi ma non i post che sono solo offensivi per molti”. Alcune pagine e podcast di video sono stati vietati da Apple, Facebook e Spotify.

Twitter non deve “soccombere ma semplicemente reagire alla pressione esterna” aggiunge Dorsey. “Farlo vorrebbe dire diventare un servizio costruito sul nostro personale punto di vista. Account come quello di Jones – mette in evidenza l’AD di Twitter – possono spesso creare sensazionalismi e diffondere rumors senza prove, ed è quindi necessario che i giornalisti documentino, validino e respingano queste informazioni direttamente così che la gente possa formarsi la propria opinione”.

Contenuti sponsorizzati