d2f2b5e31bf6d65120c08be9be6debd3.jpg Fonte foto: ANSA
TECH NEWS

Usa, cattura killer con siti genealogia

E' polemica, persone comuni vi caricano Dna, 'violata privacy'

(ANSA) – ROMA, 30 APR – La cattura negli Usa di Joseph James DeAngelo, il “Golden State Killer” che ha compiuto 12 omicidi oltre a una serie di altri delitti, sta scatenando polemiche per l’uso da parte degli investigatori di almeno un database del Dna a cui le persone inviano il proprio genoma spontaneamente.

Diversi esperti, riportano i media, ammoniscono sulle implicazioni della diffusione di questo tipo di informazioni.

Il serial killer è stato trovato anche perchè i detective hanno confrontato un vecchio campione di Dna con uno dei database commerciali, trovando un lontano parente di DeAngelo attraverso il quale si è risaliti all’ex poliziotto. In questo caso è stato usato un sito chiamato GedMatch, in cui le persone fanno l’upload del Dna volontariamente, che già nel 2014 Yaniv Erlich, un genetista della Columbia University considerava in un articolo su Nature Genetics pericoloso proprio per la possibilità che i dati venissero usati per altri scopi.

Contenuti sponsorizzati