Truffe vacanze online
SICUREZZA INFORMATICA

Vacanze online, truffe informatiche in crescita. Come difendersi

Con l'arrivo della bella stagione aumentando sui social e nelle app di messaggistica i tentativi di truffa con le offerte per le vacanze, ecco come difendersi

28 Maggio 2018 - Il cyber crimine non va mai in vacanza. Anzi. nel periodo estivo gli hacker sembrano essere ancora più attivi. Sfruttano la nostra stanchezza e la nostra voglia di mare, montagna o semplice relax per farci cadere nelle loro trappole. Non è un caso che nell’ultimo periodo le truffe informatiche relative alle vacanze online sono in forte aumento.

Le tecniche per frodare gli utenti della rete sono sempre gli stessi: case vacanze o biglietti aerei in regalo. Quasi sempre questo genere di truffe si diffonde con falsi messaggi di vincita sui social network, sulle applicazioni per la messaggistica istantanea, come WhatsApp, oppure tramite messaggio di posta elettronica. Riconoscere queste truffe e difendersi non è difficile poiché agiscono quasi tutte nella stessa maniera. Nel messaggio di finta vincita si trova un link che se cliccato ci rimanda al sito, ovviamente fasullo, della compagnia aerea o del sito di prenotazione vacanze. In questo modo forniremo alcune delle nostre informazioni riservate agli hacker e poi saremo portati, tramite le tecniche di ingegneria sociale, a scaricare un file, che non sarà un biglietto aereo ma un malware.

Come difendersi dalle truffe per le vacanze

Alle volte può capitare che una compagnia aerea o un sito come Booking.com o Expedia facciano delle promozioni a tempo. Ed è normale che ci avvisino con un messaggio di posta elettronica o tramite post sponsorizzato sui social media. Ma come facciamo a riconoscere se è una truffa oppure no? Semplice, andiamo su Google e cerchiamo il sito della compagnia o del portale per la prenotazione turistiche e verifichiamo alla fonte. Se sul portale non c’è nessuna promozione in evidenza, è probabile che il messaggio che abbiamo ricevuto altro non è che una truffa. Se vogliamo essere ancora più sicuri potremo contattare per via telefonica o sulle pagine social la compagnia aerea e chiedere a loro i dettagli di eventuali offerte attive. Inoltre è importante non condividere con amici e parenti queste offerte, se non siamo sicuri che si tratti si uno sconto veritiero. I cyber criminali puntano proprio sullo schema a Catena di Sant’Antonio per far diventare virali le truffe sulle vacanze online.

Infine può essere opportuno installare sul nostro PC un antivirus dotato di sistema anti-phishing. In questo modo il software in automatico rintraccerà la truffe in arrivo sulla nostra casella di posta elettronica e li metterà nel cestino.

Contenuti sponsorizzati