occhiali intelligenti Fonte foto: Shutterstock
APPLE

La versione speciale di Apple Glass costerà come un'auto

Per gli Apple Glass si pensa anche a una versione da diecimila dollari dedicata a Steve Jobs. Ecco come sarà fatta

Lo YouTuber Jon Prosser ha rivelato nei giorni scorsi che gli Apple Glass si faranno, che arriveranno sul mercato al massimo nel primo trimestre 2022 e che avranno un prezzo di partenza di 499 dollari. Questo leak ha scatenato una lunga serie di risposte, dubbi e smentite ma Prosser è convinto di quel che dice e continua a fare rivelazioni: ci sarà anche una versione “Steve Jobs Heritage“, che costerà migliaia e migliaia di dollari.

Un po’ come già successo con l’Apple Watch Edition in oro da 10 mila dollari, quindi, arriverà prima o poi una versione “vintage” degli occhiali smart dedicata al fondatore di Apple. Un po’ commemorazione un po’ marketing spietato, perché tale versione secondo Prosser costerà un patrimonio. Secondo lo YouTuber, quindi, di Apple Glass non ce ne sarà uno solo ma un’intera gamma: quelli da 499 dollari saranno la versione entry level, quelli vintage dedicati a Jobs saranno il top di gamma. Ma secondo il giornalista di Bloomberg Mark Gurman, Jon Prosser avrebbe fatto una gran confusione sugli occhiali di Apple, perché i prodotti in arrivo in realtà sarebbero due e non uno solo.

Apple Glass Steve Jobs Heritage: come saranno

Prosser non specifica molto su come saranno gli Apple Glass dedicati a Steve Jobs, ma è molto probabile che ricalcheranno lo stile degli occhiali indossati negli ultimi anni di vita dal fondatore di Apple. Jobs ha usato infatti molti modelli di occhiali, ma tutti abbastanza simili: lenti circolari, montatura metallica molto sottile. I più famosi sono stati i Lunor Classic Rund: occhiali tondi con montatura “glasant“, cioè a giorno. Ma Prosser afferma anche di aver visto un’altra versione, non in serie limitata, che assomiglia molto ai Ray-Ban Wayfarer indossati invece dall’attuale CEO di Apple, Tim Cook.

Prosser si sbaglia?

Tra una indiscrezione e l’altra, è doveroso anche riportare che un giornalista autorevole come Mark Gurman di Bloomberg ritiene che tutte le notizie che stanno circolando negli ultimi giorni sugli Apple Glass siano un’invenzione. A Gurman ha risposto lo stesso Prosser: “Grande rispetto per te, ci vediamo l’anno prossimo“. Ma Gurman ha anche precisato: “Ecco perché credo che si sia fatta confusione: ci sono due device. Un visore Apple per realtà mista AR e VR (N301) che sarà annunciato già nel 2021 (rimandato dal 2020) e venduto dal 2022. E ci sono anche occhiali in pura AR (N421) che non saranno lanciati prima della fine del 2022 o nel 2023“.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963