un computer connesso su Windows Store Fonte foto: Shutterstock
SICUREZZA INFORMATICA

Virus mascherato da Google Foto arriva sul Windows Store

Gli utenti di Windows hanno segnalato la presenza di un software maligno nello Store Microsoft che si finge da Google Foto ma in realtà è un malware di annunci

15 Ottobre 2018 - Su Windows Store è apparsa un nuovo applicativo: Google Foto. Attenzione però ad esultare perché non si tratta del software di Mountain View per gestire e archiviare in cloud in maniera illimitata e gratuita tutte le nostre fotografie. In realtà è un malware creato ad hoc dai cyber criminali.

Sono molti gli utenti che sono caduti nella trappola e hanno installato l‘applicativo Google Foto sul proprio PC Windows. In realtà il lancio su Windows Store ha fatto storcere un po’ il naso agli utenti più attenti. Google infatti  ha inserito pochissimi applicativi su Windows Store nel corso della sua storia. E non a caso anche il presunto Google Foto si è rivelato invece una truffa pensata dagli hacker. Nello specifico il programma altro non è che un generatore automatico di annunci pubblicitari che si aprono in autonomia sul nostro computer per generare traffico (e quindi denaro da pubblicità) sui siti creati dai cyber criminali che hanno architettato l’inganno.

Attenzione alla falsa app Google Foto su Windows Store

Dopo le segnalazioni di diversi utenti e di alcune società per la sicurezza informatica Microsoft ha subito rimosso dal suo Store il finto Google Foto. Nonostante questo però in rete si sono scatenati i dibattiti sull’effettiva verifica da parte di Redmond sui programmi che appaiono nel suo Store. Come è possibile che un applicativo così famoso come Google Foto possa essere stato usato come esca dagli hacker senza che nessuno a Microsoft si sia accorto dell’inganno.

Che fare se abbiamo installato questo il malware sul PC? Prima di tutto, andiamo nel pannello di controllo e disinstalliamo l’applicativo. In secondo luogo siccome al primo accesso, e prima di mostrare gli annunci pubblicitari, il programma ci chiede di autenticarci con il nostro account Google, rechiamoci immediatamente nella pagina personale del servizio di Mountain View su Chrome e reimpostiamo la password e controlliamo che non ci siano state delle operazioni fatte da altri con il nostro account. Se possiamo, impostiamo anche l’autenticazione a due fattori per evitare futuri furti di account Google e disattiviamo i dispositivi non nostri collegati in quel momento al nostro account di Mountain View qualora ce ne fossero. Come sempre poi prima di installare un applicativo a cuor leggero sul computer, così come per le app per lo smartphone, è sempre bene accertarsi, leggendo anche le recensioni degli altri utenti, che si tratti di un servizio affidabile e non di un malware.