whatsapp Fonte foto: Cellosino / Shutterstock.com
TECH NEWS

WhatsApp, arriva la truffa di San Valentino: come difendersi

La Truffa di San Valentino ha preso di mira molti utenti su WhatsApp: ecco come funziona e come difendersi

Si chiama “Truffa di San Valentino” ed è l’ultimo raggiro messo in piedi dai malintenzionati per sottrarre l’account WhatsApp agli utenti. Se negli ultimi giorni avete ricevuto uno strano messaggio da un numero sconosciuto che vi chiedeva un codice di sei cifre che vi sarebbe arrivato nel giro di pochi minuti sullo smartphone, vuol dire che siete stati presi di mira dai truffatori. Ribattezzata “Truffa di San Valentino”, in realtà va in giro sull’applicazione di messaggistica da ben prima del nuovo anno.

I primi a dare l’allarme sono stati gli uomini della Polizia Postale sul loro account Facebook ufficiale. Ma i messaggi degli esperti informatici della Polizia sembrano essere caduti nel vuoto. Nelle ultime settimane sono aumentate le segnalazioni da parte degli utenti a cui è stato sottratto illecitamente l’account WhatsApp. In tutto questo, però, ci sono delle buone notizie: difendersi dalla “Truffa di San Valentino” è davvero molto semplice e allo stesso modo è altrettanto facile rientrare in possesso del proprio account. Ecco come fare.

Truffa di San Valentino su WhatsApp: come funziona

Uno stratagemma molto semplice e allo stesso tempo efficace. La “Truffa di San Valentino” inizia con un messaggio ricevuto da un numero che non conosciamo in cui veniamo invitati a inviargli un codice di sei cifre che riceveremo a breve sul nostro smartphone. Per convincerci che non si tratta di una truffa, il truffatore si “traveste” nei panni di un nostro amico che ha smarrito il suo smartphone e ci sta contattando dal cellulare di una persona incontrata per strada.

Il codice a sei cifre che riceviamo sullo smartphone, non è altro che il codice d’autenticazione che WhatsApp invia ogni volta che installiamo l’app. Se per errore condividiamo questo PIN con una persona che non conosciamo, le diamo la possibilità di accedere al nostro account WhatsApp e contemporaneamente di buttarci fuori. In questo modo i truffatori riescono a rubare i profili WhatsApp a persone che hanno poca dimestichezza con il mondo degli smartphone.

Come difendersi dalla Truffa di San Valentino di WhatsApp

Proteggere l’account WhatsApp dalla “Truffa di San Valentino” è molto semplice. In primis non bisogna mai rispondere a messaggi di questo genere: se un numero che non si conosce ci chiede un PIN o un codice di verifica, cancelliamolo immediatamente. E blocchiamo anche il contatto.

Inoltre, non bisogna mai cliccare su eventuali link presenti in questo tipo di messaggi: in molti casi si atterra a siti fake che hanno l’unico obiettivo di sottrarre i nostri dati personale o i soldi del conto corrente.

Come rientrare in possesso dell’account WhatsApp rubato

Se per errore siete caduti nella trappola dei truffatori, non dovete temere, è ancora possibile rientrare sul proprio account WhatsApp. La procedura è molto semplice: basta cancellare l’applicazione, installarla nuovamente e seguire tutti i passaggi per l’iscrizione. Una volta ricevuto il messaggio con il PIN di sei cifre, inseritelo nell’applicazione e rientrerete nel vostro profilo WhatsApp.

Anche gli sviluppatori sono a conoscenza di questa problematica e hanno dedicato al tema un articolo nelle FAQ di WhatsApp. Qui troverete utili consigli su come proteggere l’account WhatsApp.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963