whatsapp android Fonte foto: Raksha Shelare / Shutterstock.com
TECH NEWS

WhatsApp per Android, migliora la sicurezza con l'impronta digitale

WhatsApp Beta per Android si aggiorna con una nuova funzione: è possibile proteggere le conversazioni con la propria impronta digitale. Ecco come attivarla

14 Agosto 2019 - WhatsApp Beta per Android riceve un importante aggiornamento: per accedere all’applicazione sarà necessario utilizzare l’impronta digitale. La notizia era già trapelata a inizio anno, ma gli sviluppatori hanno impiegato un po’ di tempo per implementarla all’interno dell’app Android (su iOS è già disponibile da un paio di mesi). La funzionalità prende il nome di “Blocco con impronta digitale” e può essere attivata all’interno della sezione privacy del proprio account WhatsApp.

Per poter utilizzare la nuova funzione dedicata alla sicurezza è necessario scaricare la versione 2.19.221 di WhatsApp Beta per Android. Questo vuol dire che non è ancora disponibile sulla versione “normale” dell’applicazione di messaggistica: se i test andranno a buon fine verrà rilasciata a breve. Il blocco/sblocco di WhatsApp per il momento funziona solo con l’impronta digitale e non è detto che in futuro supporti altri sistemi di sicurezza come il riconoscimento facciale o un PIN numerico. Gli sviluppatori, infatti, si sono concentrati solamente su questo aspetto e sarebbe necessario altro tempo e denaro per implementare altri sistemi di sicurezza.

Come attivare “Blocco con impronta digitale”

Se siete curiosi di provare la nuova funzionalità di WhatsApp dovete attivarla all’interno delle impostazioni del vostro profilo personale. Si tratta di una procedura piuttosto semplice e che non necessita di grandi competenze.

Per prima cosa dovete aprire WhatsApp, premere sull’icona con tre puntini verticali in alto a destra e poi selezionare “Impostazioni”. A questo punto pigiate su “Account” e poi su “Privacy“. Nella nuova scheda che si aprirà, premete sull’ultima voce “Blocco con impronta digitale“. Per attivare la funzionalità dovete premere sul toggle presente di fianco alla voce “Sblocca con impronta digitale“. A questo punto, ogni volta che dovete aprire l’applicazione, WhatsApp vi chiederà di inserire l’impronta digitale già salvata sullo smartphone.

Come funziona “Blocco con impronta digitale”

La nuova funzionalità permette di proteggere le proprie chat WhatsApp. Se un nostro amico riuscisse a sbloccare lo smartphone, non potrebbe aprire WhatsApp grazie alla presenza del “Blocco con impronta digitale”. La protezione, però, non funziona per quanto riguarda i messaggi mostrati nelle notifiche e le chiamate ricevute su WhatsApp: sarà possibile rispondere anche senza inserire il dato biometrico.

WhatsApp permette all’utente anche di decidere dopo quanto tempo deve essere richiesta l’autenticazione tramite impronta digitale da parte dell’app. Ci sono tre diverse opzioni: Immediatamente, Dopo 1 minuto, Dopo 30 minuti.

I dati sull’impronta digitale non vengono salvati all’interno dei server di Facebook, ma l’applicazione utilizza in automatico quelli presenti nella memoria dello smartphone.

Quando arriva la nuova funzione

Per il momento “Blocco con impronta digitale” è disponibile nella versione 2.19.221 di WhatsApp Beta per Android. Il rilascio sta avvenendo in queste ore: se per caso ancora non lo avete ricevuto, vi consigliamo di eliminare l’app e di installarla dal Google Play Store.