windows 10 batteria Fonte foto: Nor Gal / Shutterstock.com
TECH NEWS

Windows 10, nuove impostazioni migliorano la durata della batteria

La casa di Redmond sta testando una nuova modalità che consentirà di ottimizzare i consumi della GPU e permettere, così, di risparmiare batteria

14 Febbraio 2020 - In futuro Windows 10 potrebbe consumare meno la batteria del vostro laptop. Nella build 19564 del sistema operativo (un aggiornamento in fase di sviluppo, attualmente in test nel “fast ring” di Microsoft) è infatti comparsa una nuova opzione che potrebbe far consumare meno energia alla GPU del computer.

Anche altri setting sono stati aggiunti alla gestione della grafica dei PC in questa build, ma quella sulla gestione della GPU sembra la più interessante perché ricalca quanto già fatto, da parecchio tempo a dire il vero, dalla maggior parte dei produttori di hardware all’interno dei rispettivi driver per la scheda grafica. Solo che lo fa a livello di sistema operativo e ciò, si spera, dovrebbe aumentare l’efficacia e la stabilità di questa nuova funzione. Come sempre, quando si tratta di build di sviluppo e non di aggiornamenti ufficiali, non è detto che una novità diventi effettivamente una funzionalità.

Windows 10 e gestione della GPU: cosa cambia

In pratica la novità consiste nella possibilità, a livello di sistema operativo, di impostare le prestazioni del chip grafico in base alla singola app installata. Ciò vuol dire che potremo scegliere di fare andare la GPU alla massima potenza solo con i giochi o i programmi di grafica o di editing video, mentre la lasceremo “riposare” quando usiamo i normali programmi di produttività. Non ha alcun senso, infatti, che la GPU lavori alla massima potenza mentre scriviamo un documento Word o compiliamo un foglio Excel. A quanto pare sarà disponibile anche una casella di ricerca dalla quale potremo trovare ogni app per la quale vogliamo scegliere i setting personalizzati della GPU.

Quando arriverà

Come dicevamo, l’idea non è affatto nuova: quasi tutti i produttori di grafica per laptop e desktop hanno, nel pacchetto dei driver, una utility per selezionare un “profilo” di impostazioni della GPU per una o più app specifiche. In questo caso, però, la funzionalità sarebbe già integrata nel sistema operativo e ciò, indirettamente, potrebbe anche significare che Windows 10 stesso possa decidere, all’occorrenza, se alzare o abbassare le prestazioni del chip grafico. Tuttavia, non dobbiamo sperare che questa novità arrivi presto: affinché funzioni e sia stabile, infatti, Microsoft la dovrà testare con decine e decine di chip grafici e avere la conferma della massima stabilità su tutti. Inoltre, come ogni aggiornamento pubblicato nel fast ring, non c’è la garanzia che venga effettivamente implementato.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963