TECH NEWS

Windows 11 svelato: cosa devi sapere prima di installarlo

Windows 11 è ufficiale malgrado arriverà tra qualche mese: nel frattempo ecco tutto ciò che c'è da sapere prima di installarlo

Windows 11 è stato svelato ufficialmente da Microsoft durante la presentazione del 24 giugno. Le sensazioni tratteggiano il profilo di uno strumento fluido, capace di assistere al meglio durante le sessioni di lavoro ma anche di svago: la definizione semplice di “sistema operativo", insomma, calza stretta a Windows 11, per cui non mancano le premesse affinché possa evolvere il predecessore nella direzione corretta.

Windows 11 sarà un sistema operativo gratuito per i possessori di una licenza per Windows 10, ai quali si paleserà sotto forma di un semplice (ma presumibilmente ingombrante) aggiornamento firmware. Tra le principali novità annunciate da Microsoft il nuovo menu Start translucido che rispetto al passato diventa protagonista con una posizione più centrale nella barra delle applicazioni. Il nuovo menu contiene pure un’area in cui vengono mostrate app e documenti utilizzate più di frequente anche su dispositivi Android e iOS. Quella del nuovo menu Start è senz’altro la novità più evidente di Windows 11, ma non è affatto l’unica: ripercorriamo insieme di seguito tutto quanto c’è da sapere prima di installarlo

Windows 11: nuovo design e funzioni

Come anticipato sopra a rubare subito l’occhio è il nuovo menu Start, ma le novità non si limitano a quella. Windows 11 potenzia le possibilità di lavorare in multitasking tramite Snap Layout, Snap Gruppi e Desktop che aiutano ad organizzare le finestre anche su schermi diversi ed avere sott’occhio ciò di cui si ha bisogno.

Importante l’introduzione nativa nella barra delle applicazioni della Chat di Microsoft Teams, con la possibilità di inviare rapidamente messaggi di testo, vocali, foto o video con i propri contatti indipendente dalla piattaforma utilizzata, Windows, Android o iOS. Arrivano poi il supporto alle DirectX 12 Ultimate e all’Auto HDR, che faranno felici i videogiocatori, un nuovo feed personalizzato basato sull’intelligenza artificiale, un Microsoft Store rinnovato o il supporto ad Android.

Windows 11: quali versioni e requisiti di sistema

Microsoft non ha parlato direttamente delle versioni di Windows 11, ma ha durante l’evento di presentazione ha fatto riferimento a Windows 10 Home e Windows 10 Pro, lasciando intuire che quei suffissi potrebbero essere adottati anche da Windows 11 nel segno della continuità. Microsoft rilascerà pure una versione analoga a Windows 10 S chiamata Windows 11 Home S Mode.

Sui requisiti minimi di sistema per installare Windows 11 Microsoft si è sbottonata quel tanto che basta per far tremare molti. Il prossimo sistema operativo di Redmond non sarà infatti molto clemente con l’hardware, e richiederà risorse di un certo livello che taglieranno fuori una parte sostanziosa dei potenziali utenti: è richiesto un PC con CPU Intel Core di ottava generazione o successiva oppure un AMD Ryzen 2000 o successivo.

Tutti gli altri chip sono tagliati fuori, e dev’essere stata una decisione sofferta perché, così facendo, Microsoft ha lasciato a gambe all’aria molti dei suoi Surface. Windows 10 sarà supportato fino al 2025.

Windows 11: quando arriva

Windows 11 è stato presentato nell’estate del 2021, ma la distribuzione alla volta di PC e utenti è prevista per l’autunno, probabilmente fine novembre 2021.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963