Libero
Xiaomi Fonte foto: Mr.Mikla / Shutterstock
ANDROID

Xiaomi, il prossimo passo è lo smartphone 4K

Ne sono sicure le indiscrezioni: nel futuro di Xiaomi c'è uno smartphone con un display dalla risoluzione sorprendente, ben 4K Ultra HD

Uno smartphone android prodotto da Xiaomi, con schermo 4K, è apparso su TENAA. Di solito quando uno smartphone passa dal TENAA raramente si tratta di un’esercitazione, di un prototipo insomma: il TENAA è un ente cinese che si occupa di certificare i dispositivi di telecomunicazione – come gli smartphone – prima che arrivino sul mercato. Tutti i prodotti che possono agganciare l’infrastruttura di rete devono essere certificati.

L’aspetto se vogliamo curioso è che lo smartphone è equipaggiato con un display dalla risoluzione spaventosa per uno smartphone, cioè 4K. Non sarebbe il primo in assoluto dal momento che Sony ha in gamma già da qualche anno uno smartphone così, ma Xiaomi sarebbe pressoché l’unico “big" della tecnologia ad avere a listino un prodotto simile, e il fatto darebbe ulteriore forza allo spirito innovativo che l’azienda di Pechino ha mostrato di recente. Xiaomi, ad esempio, è uno dei pochi produttori ad avere in gamma uno smartphone con fotocamera sotto lo schermo, e uno dei primissimi ad aver potenziato la ricarica cablata fino a 120 watt.

Le tante informazioni riferite dalle indiscrezioni

L’innovazione si sposterebbe quindi adesso sulla risoluzione dello schermo, con l’obiettivo di offrire il meglio della tecnologia ai numerosi fan sparsi per il mondo. Del misterioso smartphone in questione – secondo le indiscrezioni potrebbe essere Xiaomi CC11 Pro, che peraltro dovrebbe chiamarsi Xiaomi Civi – si sa già parecchio, i dati condivisi dal TENAA sono tanti.

Ci sono il numero di progetto, 2109119BC, la diagonale da 6,55 pollici del display da 3.840 x 2.160 pixel quindi 4K Ultra HD, naturalmente con tecnologia OLED, fino a 16 GB di RAM e fino a 512 GB di memoria interna e la batteria da 4.400 mAh. Forse è proprio quest’ultimo aspetto, sulla carta, a preoccupare maggiormente: un pannello con una risoluzione tanto elevata ha bisogno di molta potenza, e la potenza si sa, non è amica dei consumi.

Più alto sarà lo “sforzo" che i componenti faranno per aggiornare le immagini mostrate dal display dello smartphone 4K di Xiaomi, maggiori saranno intuitivamente le richieste di energia alla batteria, e in quest’ottica i 4.400 mAh potrebbero essere decisamente pochi. A meno che Xiaomi non doti il software dello smartphone di un sistema che attivi la risoluzione 4K Ultra HD solo quando necessario, mantenendo il telefono per la maggior parte del tempo a una risoluzione inferiore come Full HD, così da non stressare troppo la batteria e mortificare l’autonomia.

Non mancherà un chip potentissimo

Il rapporto del TENAA dà un’altra informazione che vuol dire tanto e nulla allo stesso tempo. Lo smartphone 4K di Xiaomi sarà dotato di un chip octa core: vuol dire poco perché oggi pressoché tutti i prodotti hanno un chip octa core, anche quelli di fascia bassa, ma vuol dire allo stesso tempo tanto perché con uno schermo con risoluzione tanto elevata sarà quasi certamente un chip molto potente, come lo Snapdragon 888+ o lo Snapdragon 898 che Qualcomm realizzerà per il 2022.

In questo scenario diventerà ancor più dirimente capire se ci sarà un algoritmo che ridurrà la risoluzione dello schermo quando il 4K Ultra HD non sarà necessario.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963