L'home page del sito web di YouTube
TECH NEWS

YouTube introduce il fact checking

Youtube introduce la funzione anti-bufale online. Il nuovo servizio di fact checking sarà disponibile in tutto il mondo. Ecco come funzionerà

11 Marzo 2019 - Youtube inizierà presto la sua battaglia ufficiale contro le fake news grazie al nuovo pannello di fact checking. La funzione sarà disponibile inizialmente solo in India, dove la piattaforma di streaming video conta ben 250 milioni di utenti unici mensili. Se la funzionalità dovesse fare i risultati sperati, verrà gradualmente distribuita in tutto il mondo.

La notizia è stata confermata dal portale BuzzFeed News, dove sono state pubblicate alcune dichiarazioni ufficiali da parte di un portavoce della società di Google. La fonte, oltre a confermare le voci in circolazione, ha anche fornito alcune anticipazioni sulle caratteristiche della funzione che permetterà di distinguere le notizie fake che circolano all’interno della piattaforma video. Il fact checking sarà disponibile in seguito ad una ricerca interna, e offrirà subito informazioni aggiuntive sulla fonte che ha pubblicato la notizia. In questo modo, la Società contribuisce alla riduzione di bufale online.

Fact Checking di Youtube: come sarà la nuova funzione?

La nuova funzione di Fact Checking di Youtube verrà introdotta inizialmente in India. La scelta non è casuale: questo è uno del Paesi più importanti per la piattaforma, sia per la vastità degli utenti, sia per l’ampia diffusione di notizie fasulle.

Dopo un primo periodo di test, il nuovo pannello per l’accertamento dei contenuti verrà distribuito nelle app Youtube di tutto il mondo. L’obiettivo è ridurre al minimo la diffusione di fake news, un problema che da sempre affligge la rete. Non a caso, l’azione di Youtube è preceduta da iniziative analoghe da parte di Facebook, Twitter e altre piattaforme.

La funzionalità apparirà solo nei video provenienti dai risultati di ricerca e verrà concretizzata attraverso un pannello informativo inserito vicino al titolo di ogni filmato. Verosimilmente avrà un’icona circolare con all’interno una “i” di “information”. Cliccando sul simbolo sarà quindi possibile avere maggiori informazioni a proposito del contenuto e della fonte che lo ha pubblicato. Sarà possibile ottenere account verificati per aggiungere autorevolezza alle notizie.

Gli account sospetti o quelli appena nati non saranno garantiti dalla piattaforma. Infatti, se la fonte non è verificata, Youtube mostrerà una dichiarazione di non responsabilità legata al canale o alla società che ha pubblicato la notizia.

Per inserire l’icona e avere la possibilità di aggiungere i dati che garantiscono il contenuto, probabilmente occorrerà anche mettere mano al codice. Questo consentirà ai crawler di Google di avere tutte le informazioni necessarie per leggere la notizia e, di conseguenza, informare adeguatamente l’utenza. Youtube conta milioni di video e verificare la validità di ognuno sarà piuttosto difficile, ma sicuramente il fact checking sarà uno strumento in più per combattere la battaglia contro le bufale online.