Samsung-flexible-display Fonte foto: Flickr
TECH NEWS

Apple, Google, Microsoft e LG insieme per gli schermi pieghevoli

I quattro colossi hi-tech uniscono le forze per contrastare lo strapotere di Samsung nel settore degli schermi Oled flessibili

  detiene quasi il monopolio sulle forniture di display OLED (Organic Light Emitting Diode) a livello mondiale, ma anche LG produce schermi OLED, anche flessibili, e ha appena stretto un accordo di partnership con la cordata Apple, Google e Microsoft.

Se non è un segreto che Apple sia intenzionata a dotare di uno display OLED il suo futuro iPhone 8, sulla rampa di lancio per il prossimo anno, e sta cercando di trovare altri fornitori per lo schermo dei suoi gioiellini, è invece una novità l’interesse per questa tecnologia da parte di Google e Microsoft al punto da allearsi con il colosso di Cupertino. Google, secondo l’indiscrezione trapelata, sarebbe attirata verso gli schermi OLED flessibili per un prossimo impiego sui suoi smartphone Pixel, mentre Microsoft è alla ricerca di idee innovative per la sua famiglia di prodotti Surface.

Schermi flessibili o pieghevoli?

Per scoprire come sarà lo smartphone pieghevole di Samsung, premi sull'immagine
Per scoprire come sarà lo smartphone pieghevole di Samsung, premi sull’immagine

Un dettaglio da non sottovalutare è che la richiesta di questi schermi OLED flessibili sarebbe destinata all’uso su dispositivi pieghevoli tramite un meccanismo che posizionerebbe lo schermo su una superficie esterna. Samsung sviluppa pannelli di questo tipo già da un po’ di tempo garantendo, al contempo, che i pannelli OLED non deteriorino le immagini nell’area in cui viene ripetutamente piegato. È, però, la prima volta che trapela la notizia che anche LG sarebbe in grado di produrre qualcosa di simile.. Inutile dire che LG Display non ha rilasciato alcuna dichiarazione sull’accordo con i sui suoi futuri clienti.

Ti raccomandiamo