apple-watch-3 Fonte foto: Apple
APPLE

Apple Watch 3, più potente e fa anche le chiamate (ma non in Italia)

Il nuovo smartwatch Apple integra un nuovo SoC e un’eSIM che consente di effettuare chiamate e navigare senza bisogno di sincronizzazione con iPhone

Dopo l’iPhone 8 e l’iPhone X, il protagonista più atteso della mattinata (serata italiana) di Cupertino era l’Apple Watch 3. Largamente anticipato nei giorni passati, lo smartwatch della mela morsicata raccoglie la pesante eredità del Watch 2, che ha permesso ad Apple di diventare il primo produttore di dispositivi indossabili al mondo.

Per farlo, Apple si presenta sul palco dello Steve Jobs Theatre con un dispositivo apparentemente identico alla versione precedente, ma capace di nascondere al proprio interno un cuore tecnologico tutto nuovo. All’interno della cassa dell’orologio intelligente (caratterizzata dal “solito” design squadrato) trovano spazio nuovi chip, una batteria più potente e capace di garantire 1 giorno di autonomia e, soprattutto, la possibilità di fare chiamate senza bisogno di sincronizzare lo l’Apple Watch con l’iPhone. Uno smartwatch tutto nuovo, insomma, che punta con forza sul rilevamento dell’attività fisica e degli allenamenti.

Apple Watch 3, caratteristiche tecniche

All’interno della cassa dell’Apple Watch 3 trova spazio l’S3, il nuovo SoC 70% più potente del vecchio processore e 50% più efficiente dal punto di vista energetico. A questo si aggiunge il chip W2, capace di integrare sia la connettività Bluetooth sia la connettività Wi-Fi. Progettato e realizzato dalla stessa Apple per garantire una connettività migliore, il W2 ha il compito di ridurre ulteriormente i consumi, facendo crescere, allo stesso tempo, la velocità di connessione e trasferimento dati.

Apple Watch 3 sott'acquaFonte foto: Apple
L’Apple Watch 3 è resistente all’acqua e permette di fare chiamate senza sincronizzarsi con l’iPhone

La vera novità, però, è rappresentata dal modulo eSIM, che permette di “condividere” il numero di telefono con l’iPhone, e di ricevere chiamate e di navigare in Rete senza che ci sia bisogno di essere sincronizzati con il melafonino. Insomma, grazie all’eSIM l’Apple Watch diventa finalmente un dispositivo autonomo, utilizzabile in qualunque occasione senza portare con sé l’iPhone.

Apple Watch 3 con watchOS 4

Insieme al nuovo smartwatch Apple, arriva ovviamente anche watchOS 4, nuova versione del sistema operativo per dispositivi indossabili. Rispetto alla release precedente gli utenti noteranno qualche piccolo aggiustamento a livello grafico ed estetico, necessario per “rinfrescare” l’interfaccia grafica dell’Apple Watch 3. È sotto la scorza, però, che si concentrano le novità maggiori.

Sensore cardiaco dell'Apple Watch 3
Il nuovo sensore di rilevamento del battito cardiaco dell’Apple Watch 3

Gli sviluppatori Apple presentano una versione completamente rinnovata dell’app Workout, con un miglior rilevamento degli esercizi fisici e la possibilità di tracciare anche gli allenamenti in piscina. Grazie al nuovo sensore cardiaco, inoltre, si avranno dati più precisi e puntuali per quel che riguarda il rilevamento del battito cardiaco, con la possibilità di analizzarne l’andamento e impostare degli avvisi in caso di anomalie. Non manca, poi, l’integrazione con GymKit, che consentirà all’Apple Watch 3 di comunicare e interagire direttamente con i macchinari e le attrezzature presenti in palestra.

La nuova app di Apple Music su Apple Watch 3Fonte foto: Apple
La nuova app di Apple Music su Apple Watch 3

Completamente rinnovata anche l’app di Apple Music: accedere al servizio di streaming musicale sarà più semplice che mai e, grazie a Siri più intelligente che mai, si potranno scegliere le canzoni con un semplice comando vocale.

Apple Watch 3, stile e design

A guardarlo dall’esterno, si potrebbe anche restare un po’ delusi: l’Apple Watch 3 è identico, per dimensione e forma, all’Apple Watch 2. Questo, invece, rappresenta probabilmente il maggior successo dei designer e degli ingegneri Apple: le nuovi componenti inserite all’interno della cassa dell’orologio smart occupano (almeno teoricamente) molto più spazio rispetto alle precedenti. In quel di Cupertino, invece, sono riusciti a “impacchettarle” all’interno del vecchio contenitore, evitando così di stravolgere l’esperienza d’uso dello smartwatch.

I nuovi cinturini dell'Apple Watch 3
I nuovi cinturini dell’Apple Watch 3

Allo stesso tempo, però, cresce il numero di colori e cinturini disponibili, frutto delle varie collaborazioni che Apple ha attivato nel corso degli anni. Confermata, ad esempio, la collaborazione con Nike per la versione sportiva, mentre la casa di moda francese Hermes continuerà a disegnare e produrre i cinturini in pelle dei modelli più costosi.

Apple Watch 3, prezzo e data uscita

L’Apple Watch 3 sarà disponibile a partire dal 22 settembre prossimo al prezzo di 329 dollari per la versione senza modulo eSIM e 399 dollari per la versione con modulo eSIM. C’è da dire che, almeno inizialmente, l’Apple Watch 3 con connettività LTE sarà disponibile in un numero limitato di Paesi e l’Italia non è tra questi. Chi vorrà acquistarlo, dunque, si dovrà accontentare della versione “normale”.

Ti raccomandiamo