copertina droni Fonte foto: Web
TECH NEWS

I droni sono un pericolo? Hacker possono farli cadere dal cielo

Nella conferenza PecSec sulla sicurezza a Tokyo è stato dimostrato come i droni possano essere facilmente manomessi e fatti precipitare per creare disagi e incidenti

L’aspetto più complicato nel commercio dei droni? A discapito di quanto si possa pensare non è la difficoltà nel pilotarli. I passi più importanti i produttori li stanno facendo nell’ambito della sicurezza. Sia per evitare degli incidenti ma soprattutto per impedire agli hacker di prendere possesso del drone.

Gli hacker possono prendere il controllo del drone. Nella conferenza PecSec sulla sicurezza internazionale, tenutasi questa settimana a Tokyo, un gruppo di ricercatori ha mostrato un nuovo dispositivo in grado di prendere i controlli radiocomandati di un drone da distanza sfruttando le vulnerabilità del sistema. Il device ovviamente non è in commercio e non lo sarà, ma è stato utile per dimostrare come anche gli hacker possano svolgere le stesse azioni in caso volessero. I ricercatori hanno voluto quindi indicare una possibile strada da percorrere per aumentare la sicurezza dei droni in volo. Un aspetto fondamentale da curare prima di una loro apertura a un ampio mercato.

I droni e il problema sicurezza

Droni: problema sicurezzaFonte foto: Web
Droni: problema sicurezza

Quello tra i droni e i temi legati alla sicurezza è un conflitto ormai noto. E non solo in merito alle normative sugli oggetti in volo e la privacy. La Federal Trade Commission degli Stati Uniti ha infatti recentemente dimostrato come i droni possano essere pericolosi poiché con troppa facilità possono subire degli attacchi hacker. In un test effettuato in territorio statunitense poche settimane fa su tre droni in volo due sono stati fatti precipitare da un gruppo di ricercatori. Con una semplicità disarmante. Il problema principale per i produttori è che ancora non esistono regole precise da seguire nella fase di progettazione.

Le migliorie future per la sicurezza dei droni

I droni sono nati anche come oggetti bellici e perciò la sicurezza e la difficoltà nel prenderne il possesso è alla base del dispositivo. Basti pensare che era un normale drone in commercio quello che l’Isis utilizzò per bombardare un gruppo di combattenti curdi. Senza una regolamentazione viene però difficile seguire una linea guida quando si produce un drone legato al largo consumo. Tra le principali migliorie che verranno seguite in futuro ci saranno la crittografia del collegamento di controllo, per evitare il dirottamento, e misure per prevenire la manomissione via GPS.

Ti raccomandiamo