roaming-tre Fonte foto: Shutterstock
TECH NEWS

Fine roaming in Europa, per i clienti Tre l'addio a inizio maggio

Come per i clienti vodafone e Wind, l'operatore di telefonia mobile ha deciso di anticipare la fine del roaming anche per 3 Italia

Manca ancora qualche mese alla fine del roaming, fissata in via definitiva dall’Unione Europea per il prossimo 15 giugno. Alcuni operatori hanno, comunque, cominciato ad anticipare i tempi, permettendo ai propri clienti di utilizzare lo smartphone all’estero senza costi aggiuntivi.

In Italia i primi due operatori di telefonia mobile ad abolire il roaming, prima dell’entrata in vigore della nuova normativa, sono stati Vodafone, che ha eliminato il sovrapprezzo per chiamate e internet in 40 Paesi, e Wind Tre, che dal 24 aprile ha cancellato il roaming per i soli abbonati Wind. Sempre Wind Tre ha appena annunciato che anche per i clienti 3 Italia la fine del roaming arriverà prima del 15 giugno. A partire, infatti, dal mese di maggio, i possessori di una sim card 3 potranno liberamente chiamare, mandare sms e navigare in rete su tutto il territorio comunitario, usando il piano tariffario nazionale, e senza, quindi, incorrere in costi extra.

Abolizione fissata al 3 maggio

Come si legge sulla nota pubblicata sul sito dell’operatore mobile che si è fuso con Wind, “i clienti 3 che viaggeranno in un paese EEA (Area Economica Europea, ndr) non pagheranno più le tariffe di roaming, ma utilizzeranno quelle previste in Italia nei limiti previsti dalle politiche di corretto utilizzo ai sensi della Regolamentazione Europea 2016/2286”. L’abolizione del roaming partirà dal prossimo 3 maggio e riguarderà tutti i clienti 3: ricaricabili, abbonamento e partite IVA. In caso di offerta a consumo, si utilizzeranno, invece, i costi unitari massimi, ossia 23,18 centesimi al minuto per le chiamate voce, 7,32 per ogni sms inviato e 24 centesimi a MB per la navigazione su internet.

Ti raccomandiamo