maradona Fonte foto: Paolo Bona / Shutterstock.com
TECH NEWS

Konami risponde a Maradona: PES 2017 è a posto

Maradona aveva denunciato un uso improprio del suo nome all’interno di PES 2017: Konami ha risposte immediatamente smentendo il campione argentino

4 Aprile 2017 - Nuovo capitolo della querelle che vede protagonisti Maradona e PES 2017. Konami ha aspettato qualche giorno e ha risposto al campione argentino, rispedendo al mittente le accuse di aver utilizzato impropriamente il nome e il viso di Maradona.

Per chi non avesse seguito il dibattito, l’ex calciatore del Napoli ha accusato Konami (la software house giapponese che sviluppa da oramai una decina di anni il videogioco di simulazione calcistica) di aver utilizzato impropriamente il proprio nome e di aver dato mandato al suo avvocato di passare per vie legali. Maradona si lamenta del fatto che all’interno di PES 2017, ultima versione del videogioco, ci sarebbe una sezione dedicate alle leggende della storia del calcio e tra i vari calciatori (Ronaldo, Ronaldinho, Koeman) figurerebbe anche lui. Ma Konami, a detta di Maradona, non ha richiesto nessuna autorizzazione.

La risposta di Konami

Konami ha aspettato un paio di giorni e ha risposto in maniera piccata a Diego Armando Maradona: “In questo momento, stanno circolando notizie che riportano come in Pro Evolution Soccer 2017 ci sia un calciatore utilizzato senza permesso. Questo non corrisponde al vero, la compagnia sta utilizzando l’immagine dell’atleta in modo corretto, sulla base delle licenze e dei contratti concessi”. A questo punto non ci resta che attendere la sicura risposta di Maradona e vedere se vorrà portare ancora avanti la denuncia contro Konami.

Ti raccomandiamo