navigare-online-tempo Fonte foto: Pixabay
SMART EVOLUTION

Attenzione: navigare online fa perdere la cognizione del tempo

Vi è mai capitato di iniziare a sfogliare Facebook e, un post tira l'altro, vi ritrovate che è ora di cena e non ve ne siete neanche accorti?

Ebbene, può sembrare banale come materia di studio, ma un gruppo di psicologi dell’Università di Kent ha dimostrato che le persone che utilizzano Facebook o scorrazzano per il web soffrono di problemi relativi alla percezione del tempo.

I ricercatori hanno mostrato 20 immagini a quarantaquattro volontari per una quantità di tempo variabile. Cinque delle immagini erano associate a Facebook, cinque collegate più genericamente a Internet, mentre le ultime dieci erano immagini neutre “di controllo”. È stato poi chiesto ai partecipanti se l’immagine che avevano appena visto era stato visibile per un lungo o un breve periodo di tempo. I risultati dell’esperimento indicano che le persone sottovalutano il passare del tempo quando stanno guardando immagini legate a Internet, e ancora di più quando si tratta di immagini provenienti da Facebook.

Drogati di Facebook e Web

«Abbiamo trovato le prove che gli stimoli collegato a Facebook e a Internet possono distorcere la cognizione del tempo a causa di meccanismi legati a fattori come l’attenzione e l’eccitazione» come spiegano i ricercatori Lazaros Gonidis e Dinkar Sharma in una ricerca pubblicata sul Journal of Applied Social Psychology. «Questo risultato mette in evidenza che gli stimoli collegati a Facebook portano a una sovrastima del tempo rispetto agli stimoli legati a Internet ed entrambi superano di gran lunga gli stimoli forniti dalle immagini neutre dove la cognizione del tempo è più realistica.» I due scienziati sperano che i risultati ottenuti possano portare a un futuro studio sui comportamenti di dipendenza.

Ti raccomandiamo