truffa-terremoto-amatrice Fonte foto: Shutterstock
SICUREZZA INFORMATICA

Truffe online, i terremotati di Amatrice vittime di cybercriminali

L’ultima truffa online ha preso di mira le persone delle zone terremotate: vendevano online casette prefabbricate e sparivano con i soldi. Ecco come difendersi

18 Gennaio 2017 - Essere vittima di una truffa online è molto semplice: sono sempre di più i siti online che promettono prodotti con prezzi molto più bassi rispetto al mercato. Se si è in un momento di difficoltà o se non si ha grande esperienza con la Rete, i cybercriminali sono pronti ad approfittarne.

L’ultima truffa ha riguardato le persone vittime del terremoto del Centro Italia. Dopo i terremoti di agosto e ottobre che hanno distrutto interi paesi come Amatrice, chi non ha voluto trasferirsi negli hotel della costa Adriatica ha cercato una sistemazione temporanea, cercando di acquistare roulotte o casette prefabbricate. I cybercriminali hanno sfruttato i problemi causati dal terremoto di Amatrice per vendere sui siti di offerte casette prefabbricate a un prezzo molto basso. Una vera e propria truffa online che ha colpito diverse persone, ma la Polizia è riuscita a identificarli e a denunciarli.

Come funziona la truffa delle casette che ha colpito i terremotati del Centro Italia

La truffa online architettata dai cybercriminali è molto semplice: mettevano in vendita sui siti di annunci casette prefabbricate e roulotte a un prezzo molto basso, sperando che attirassero l’attenzione delle persone colpite dal terremoto Centro Italia. Dopo aver trovato l’accordo sul prezzo, i cybercriminali convincevano la vittima a farsi spedire un acconto tramite bonifico bancario. L’anticipo poteva variare da un minimo di 500 euro a un massimo di 2000 euro. Dopo l’invio del bonifico i cybercriminali sparivano con il bottino e per i terremotati del Centro Italia era impossibile rintracciarli. Grazie all’IBAN del bonifico bancario, la Polizia è riuscita a identificare i cybercriminali e a denunciarli. Per chi è stato colpito dal terremoto di Amatrice, oltre al danno anche la beffa.

Come difendersi dalle truffe online

Premi sull'immagine per scoprire quindi trucchi per effettuare acquisti sicuri online
Premi sull’immagine per scoprire quindi trucchi per effettuare acquisti sicuri online

La truffa che ha colpito le persone del terremoto del Centro Italia è solo l’ultima tra quelle escogitate dai cybercriminali. Ma è possibile difendersi dalle truffe online, seguendo semplici regole. Quando si fa un acquisto online si deve prestare attenzione a moltissime cose. Prima di tutto il metodo di pagamento. È necessario diffidare da chi richiede pagamenti non tracciabili e poco sicuri. Meglio affidarsi a metodi di pagamento che permettano di poter risalire al venditore, come bonifici bancari o pagamenti elettronici e digitali. Inoltre, molti siti di e-commerce online e di annunci offrono dei feedback degli altri utenti sul venditore: se il tasso di positività, su un numero elevato di feedback, è elevato, si può effettuare l’acquisto.

Come evitare le truffe online

Per evitare le truffe online e non essere una vittima dei cybercriminali come accaduto alle persone del terremoto di Amatrice è possibile seguire dei semplici consigli. Prima di completare l’acquisto è necessario cercare sui motori di ricerca se il venditore è affidabile. Inoltre, controllate accuratamente il prezzo dell’oggetto: se lo sconto è elevato non bisogna fidarsi del rivenditore, soprattutto se richiede un metodo di pagamento non tracciabile.

Ti raccomandiamo